È morto Candido Cannavò, lutto nello sport italiano


Si è spento questa mattina alle 8,48 Candido Cannavò all'età di 78 anni. Lo storico giornalista, ex direttore della Gazzetta dello Sport, era ricoverato presso la clinica Santa Rita di Milano da giovedì, giorno in cui fu colpito da una forte emorragia cerebrale proprio mentre si trovava nella redazione del quotidiano rosa. Con lui se ne va una delle figure più importanti del giornalismo italiano, catanese di nascita, ha diretto la Gazzetta dello Sport per 19 anni.

Il presidente della repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto come "il giornalista di lungo corso che ha raccontato con passione e acutamente divulgato i valori di lealtà e di competizione che hanno reso sempre più popolare il gioco del calcio e lo sport italiano". Il presidente della camera Gianfranco Fini ha voluto invece sottolineare l'impegno che Cannavò ha profuso al di fuori della sua carriera da giornalista, un uomo sempre attento a problematiche sociali importanti come la condizione dei detenuti o i problemi dei disabili. Quest'oggi su tutti i campi di calcio dei campionati professionistici si osserverà un minuto di silenzio prima del fischio d'inizio in segno di lutto.

Più in generale condoglianze alla famiglia Cannavò sono giunte un po' da ogni direzione, molte società di calcio hanno ricordato il giornalista dalle pagine dei loro siti.
Per dare un ultimo saluto al giornalista è stata allestita una camera ardente nella clinica Santa Rita, sarà possibile farlo fino alle 21 di questa sera. Dopodiché la salma sarà trasferita nella sede della Rcs in via Solferino, quella che per anni è stata la sua vera casa.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: