Magic-moment di Pazzini, la Gradinata Sud lo ama


Domenica prossima al Marassi di Genova il pubblico di fede sampdoriana affluirà in massa nell'impianto cittadino perché contro i blucerchiati giocherà il prestigioso Milan di Carlo Ancelotti: archiviate le fatiche di Coppa (i liguri voleranno in Ucraina, i rossoneri ospiteranno il Werder), le due formazioni si daranno battaglia, entrambe alla ricerca di tre punti più o meno importanti. Contro l'Atalanta ha giocato pochi minuti ma Bellucci, attaccante della Samp, ha rimediato un cartellino giallo "pesante", essendo diffidato salterà di certo la sfida contro il Diavolo: seppur avesse avuto dubbi, ora Mazzarri non potrà averne, a guidare l'attacco ci saranno ancora Cassano e Pazzini, i nuovi gemelli del gol del calcio italiano.

La Samp è in serie positiva da cinque turni (2 vittorie e 3 pareggi) e nelle ultime 4 partite l'ex attaccante viola ha realizzato 4 gol, uno per partita: quello di Verona col Chievo a seguito di una superba azione personale, quelli contro Siena, Juve e Atalanta sfruttando al meglio assist geniali di Cassano. In più la squadra di Mazzarri è in semifinale di Coppa Italia, superando l'Udinese ai quarti in una partita in cui Pazzini, manco a dirlo, è andato in rete. Cinque reti con la nuova maglia, così commenta il suo momento d'oro: "Questo gol finalmente vale tre punti. E' una vittoria importante ed è quindi per me una doppia soddisfazione. L'Atalanta mi porta bene, mi ha fatto nascere e crescere come giocatore, e adesso da avversario segno sempre. Mi rende orgoglioso avere una media gol così alta, ho sfruttato anche oggi al massimo l'unica occasione che mi è capitata".

Già idolatrato dai tifosi, il Pazzo se la gode: "I cori dei tifosi sono fantastici, da quando sono arrivato ho sentito molto affetto da parte di tutti e soprattutto tanta fiducia, cosa per me importantissima. Sono veramente felice di questo mio momento straordinario". Ma non disdegna una piccola e innocente stoccatina alla Fiorentina, che forse non ha creduto pienamente in lui: "A Firenze Prandelli ha preferito dare fiducia a Gilardino? Posso solo dire che anch'io l'anno scorso ho dato il mio contributo, anche se lavoravo molto di più per la squadra che per me, ma ho fatto fare molti gol anche a Mutu". Alzi la mano chi avrebbe immaginato un impatto così "forte" di Pazzini con la maglia della Sampdoria: il sottoscritto era scettico...

  • shares
  • Mail