Panucci si scusa, contro l'Inter già in campo?


Probabilmente non ha vinto nessuno, anzi: il lungo braccio di ferro tra Christian Panucci e Luciano Spalletti pare si sia concluso con le scuse del difensore nei confronti del proprio mister. Così riferisce il procuratore del giocatore Oscar Damiani: "Sono molto contento, Christian ha dimostrato di essere uomo. Si è rivelato umile: ha sbagliato e ha chiesto scusa, anche se in ritardo. Christian è un ragazzo orgoglioso, peccato per l'esclusione dalla Champions. Saper tornare indietro è dimostrazione di grande intelligenza. Sono contento perché potrà dare una mano alla Roma. Ho fatto il tifo per la Roma e per Panucci, anche se ho giocato nella Lazio. Lui sapeva come la pensavo".

La rottura tra Panucci e la Roma era avvenuta il 21 gennaio scorso quando si rifiutò di accettare la panchina nella trasferta del San Paolo contro il Napoli, accomodandosi in tribuna. Negli ultimi giorni della finestra invernale di mercato pareva in procinto di lasciare la capitale, intanto la società non lo aveva inserito nelle liste per la Champions. Ora però il passo indietro e vista anche l'inadeguatezza palese di Loria, Spalletti non poteva che riaccogliere il figliol prodigo in questa fase delicatissima della stagione.

Ancora out Juan, il tecnico di Certaldo pensava a Diamoutene per la trasferta contro la capolista, avendo ormai Loria esaurito il credito a suo favore. Certo è che Panucci sarebbe ora il titolare, dando maggiori garanzie del maliano; sulla destra ancora assente Cicinho il cui ginocchio non è ancora guarito, fiducia a Motta che in queste prime apparizioni con la maglia giallorossa sta disimpegnandosi più che bene. A Totti e Vucinic il compito di scardinare la retroguardia dell'Inter, evenienza che si augurano i tifosi di un po' tutte le squadre, se non altro per riaprire un campionato altrimenti chiuso con 3 mesi di anticipo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: