Metalist Kharkiv-Sampdoria 2-0: tutto troppo facile per gli ucraini


Mazzarri preferisce risparmiare (in vista dell'impegno di campionato contro il Milan e della semifinale di coppa Italia contro l'Inter) Cassano, Palombo e Delvecchio e il Metalist non fatica più di tanto ad eliminare i blucerchiati dalla competizione, forte anche della vittoria esterna al Marassi. In realtà l'inizio della partita aveva fatto ben sperare ai tifosi doriani ma alla lunga la squadra ligure ha pagato la maggiore convinzione ed una migliore compattezza degli ucraini. (Video)

Al nono minuto il giovanissimo Marilungo, attaccante gettato nella mischia da Mazzarri, impegna severamente il portiere ucraino Goryainov. Al 13esimo Dessena, servito ottimamente da Bellucci, si fa anticipare dal portiere avversario. Al 15esimo Da Costa ci prova di testa su assist di Ziegler. Ma dopo 30 minuti la Sampdoria subisce il goal dopo una triangolazione del Metalist che libera al tiro Valyayev. Al 41 esimo gli ucraini affondano la lama e chiudono il discorso qualificazione: calcio di punizione di Jaja da una ventina di metri che infila Mirante, apparso non del tutto esente da colpe.

Nella ripresa gli ucraini gestiscono a proprio piacimento la partita e la Sampdoria sprofonda nella rassegnazione. Un'eliminazione senza discussione per i liguri, una debacle che aprirà il giovedì nero delle squadre italiane impegnate in coppa Uefa. A questo punto è lecito chiedersi provocatoriamente perché sprecare energie fisiche e mentali per una competizione snobbata (o quasi) da troppi anni dai club italiani...

Il tabellino
METALIST KHARKIV-SAMPDORIA 2-0
MARCATORI: Valyayev al 30', Jaja al 41' p.t.
METALIST KHARKIV (4-3-1-2): Goryainov; Maidana, Obradovic, Gueye, Gancarczyk; Valyayev, Sliusar, Edmar; Rykun (12' s.t. Devic); Oliynik (41' s.t. Berezovchuk), Jajà (33' s.t. Bordian). (Bazhan, Koynushenko, Barilko, Zezè). Allenatore: Markevich.
SAMPDORIA (3-5-2): Mirante; Campagnaro, Gastaldello, Da Costa; Padalino (37' s.t. Mustacchio), Stankevicius (18' s.t. Franceschini), Sammarco (18' s.t. Pieri), Dessena, Ziegler; Bellucci, Marilungo. (Castellazzi, Accardi, Ferri, Raggi). Allenatore: Mazzarri.
ARBITRO: Knut Kircher (Germania)
NOTE: Spettatori 10 mila circa. Ammonito Sammarco. Angoli: 4-3 per il Metalist. Recupero: 0' pt, 2' st.

  • shares
  • Mail