Coppa Italia, Lazio - Juve 2-1: un tempo per parte, Rocchi lancia i biancocelesti


Che partita all'Olimpico di Roma, dove stasera Lazio e Juve si sono incontrate nell'andata delle semifinali di Coppa Italia; finisce 2-1 per i padroni di casa dopo una gara dalla doppia faccia: nel primo tempo meglio la squadra ospite che ha chiuso in vantaggio con una rete di Marchionni, ma pericolosa anche e soprattutto con Iaquinta. Non si demoralizza la squadra biancoceleste che nella ripresa cambia volto e ce la mette tutta per non deludere i numerosi tifosi giunti allo stadio; una sorta di assedio nei confronti dei bianconeri, non abbastanza bravi ad arginare Pandev e Rocchi. Proprio il macedone ha pareggiato i conti, quindi il suo gemello del gol ha raddoppiato. Per il ritorno tutti i giochi sono aperti (Fotogallery - Video).

Va bene Buffon, Del Piero e Legrottaglie a casa, ma Ranieri schiera comunque una formazione che si avvicina a quella titolare con Mellberg e Chiellini al centro della difesa e Grygera e Molinaro ai loro fianchi, centrocampo a quattro formato da Sissoko e Tiago in mediana, Marchionni e Nedved di fascia, tandem offensivo composto da Amauri e Iaquinta. Rossi ci tiene alla Coppa Italia e propone una formazione speculare a quella avversaria, un 4-4-2 con Pandev e Rocchi di punta supportati dal brio sulle corsie esterne di Manfredini e Foggia; Matuzalem e Ledesma in cabina di regia, linea difensiva comandata da Siviglia e Cribari, Kolarov e Lichtsteiner terzini. Manninger e Muslera tra i pali. La partita è bella e divertente, la Juve parte meglio, la Lazio tiene botta.

E' Iaquinta il più scatenato tra gli ospiti, l'attaccante crotonese dopo pochi secondi sfiora il vantaggio con una girata al volo di poco al lato, quindi impegna Muslera con una bella conclusione dalla sinistra, infine trova il gol ma viene annullato per un fuorigioco più che dubbio. E i biancocelesti? Sono vivi e vegeti, Rocchi il più frizzante ed è proprio il veneziano a sfiorare il vantaggio in un paio di occasioni, Manninger sempre pronto. Molinaro scende sulla sinistra che è una meraviglia, di contro Manfredini pare più attivo del solito; ma a passare sono gli ospiti: cross proprio di Molinaro, respinta della difesa e tiro di Marchionni che, deviato da Kolarov, beffa Muslera. Mazzata per i biancocelesti, ma ancora Rocchi si rende pericoloso, poi Ledesma su punizione e Kolarov da fuori, c'è sempre un grande Manninger sulla loro strada.

Prima della fine del tempo Nedved prima e Molinaro poi sfiorano il raddoppio, dopo un minuto di recupero le due squadre vanno meritatamente nello spogliatoio. La ripresa è tutt'altra storia; già, perché la Lazio torna in campo con grinta e determinazione e la Juve arretra il suo baricentro. Non che i bianconeri, almeno nei primi 20 minuti, cedano proprio il campo agli avversari, ma comunque giocano con meno aggressività, forse anche in vista dei prossimi importanti impegni. Cresce dunque la squadra di casa che va vicina al pari con Rocchi e Matuzalem, ma che lo raggiunge a metà secondo tempo con Pandev, che si gira tra un nugolo di avversari e trafigge Manninger.

I bianconeri reagiscono subito, Amauri tira da buona posizione ma un difensore gli respinge il tiro, quindi i capitolini si rimettono ad attaccare. Traversa di Foggia su punizione, Mauri spara di poco al lato dalla sinistra; ma in sì tanto attaccare arriva il gol di Rocchi, al 78°: l'attaccante se ne va in velocità bruciando Chiellini e batte l'estremo difensore avversario per la seconda volta. L'Olimpico è una bolgia, la Juve è sulle gambe ma alla Lazio, a rimonta effettuata, può andar bene così. Finisce 2-1, un risultato enigmatico in vista del ritorno, tra l'altro fra 50 giorni.

Tabellino e pagelle

LAZIO-JUVENTUS 2-1 (0-1)
MARCATORI: Marchionni (J) al 34' p.t.; Pandev (L) al 20', Rocchi (L) al 33' s.t.
LAZIO: Muslera 6.5; Lichtsteiner 6 (dal 35' s.t. De Silvestri sv), Siviglia 6, Cribari 6.5, Kolarov 5.5; Foggia 6 (dal 41' s.t. Brocchi sv), Ledesma 5, Matuzalem 6.5, Manfredini 6 (dal 9' s.t. Mauri 6.5); Rocchi 7.5, Pandev 7. (Carrizo, Rozehnal, Radu, Inzaghi). All. Rossi
JUVENTUS: Manninger 7; Grygera 5.5, Mellberg 5.5, Chiellini 6, Molinaro 7; Marchionni 6.5, Sissoko 6 (dal 15' s.t. Marchisio 6), Tiago 6 (dal 25' s.t. Poulsen 5), Nedved 6.5; Amauri 5.5 (dal 35' s.t. Trezeguet sv), Iaquinta 6.5. (Chimenti, Ariaudo, Salihamidzic, Giovinco). All. Ranieri
ARBITRO: Tagliavento.
NOTE: spettatori 50 mila circa. Ammoniti Matuzalem, Iaquinta, Grygera, Sissoko, Chiellini, Marchisio, Rocchi. Recupero 1' p.t., 3' s.t.


Le migliori foto di Lazio-Juve

Le migliori foto di Lazio-Juve


Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve
Le migliori foto di Lazio-Juve

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE SPORT DI BLOGO