Si avvicina il 134esimo derby della Mole


Il divario tra le due squadre visto durante il derby di andata sembra, almeno sulla carta, diminuito per vari motivi. Il Torino ha ritrovato, grazie alla cura di Novellino, quel minimo di compattezza e accortezza tattica perduti durante la gestione De Biasi, mentre è assai probabile che la Juventus giocherà questa gara con un pizzico di distrazione provocata dall'imminente super sfida in Champions League, contro il Chelsea. Qualche preoccupazione per i tifosi juventini è sorta dopo il secondo tempo della semifinale di coppa Italia a Roma, contro la Lazio, in cui la squadra è apparsa un po' troppo sulle gambe.

Il bilancio relativo ai 133 precedenti è favorevole ai bianconeri, che si sono aggiudicati la sfida 58 volte contro le 34 dei granata (41 sono stati i pareggi). Sarà il 66esimo derby giocato in casa dal Torino: nelle 65 precedenti partite il bilancio pende dalla parte dei bianconeri, con 24 vittorie dei contro 18 del Torino e 23 pareggi. Il bilancio complessivo delle reti segnate è decisamente favorevole alla Vecchia Signora, che nei 133 precedenti è andata a segno 199 volte contro le 143 del Torino. L'ultimo derby con il Toro squadra ospitante è datato 30/09/2007: vinse la Juventus con goal di Trezeguet al 94esimo.

L'attesa di Novellino:

“Tutti i giocatori stanno bene e sono disponibili, a parte Abbruscato e Zanetti. La Juve ha una rosa ampiamente forte, noi stiamo bene e vogliamo far bene, ho il massimo rispetto di tutti. Del Piero è straordinario, Iaquinta fornisce profondità e ampiezza al gioco della Juve, mentre Del Piero fa diventare facile una giocata, Trezeguet è da area. Abbiamo tanta voglia e in ogni caso dobbiamo esser razionali e capire, giochiamo per vincere, è una partita a sè ma dobbiamo tener sempre presente che è il campionato ad essere importante. Loro hanno due partite importantissime, della svolta…speriamo che la rimandino a dopo..è un derby, ci tengono a tutti a vincerlo. Non è una coincidenza che Torino e Inter siano imbattute, per il Toro stiamo andando avanti ed è il frutto del lavoro che i ragazzi stanno capendo piano piano. Lo spazio per un maggiore crescita c'è sempre, solo attraverso il lavoro, quando si fanno i risultati cresce anche l’autostima proprio nei risultati e la squadra può crescere ancora. No, non mi offendo per i commenti negativi, ho solo uno scopo, salvare il Toro. C'è un grande amore da parte del tifoso granata, è da parecchi anni che il tifoso del Torino sta soffrendo, voglio togliere questa sofferenza".

E quella di Ranieri:

"Mi aspetto un Toro aggressivo, carico. Penso che i giocatori granata andranno subito dietro alla linea della palla. In quei 90 minuti si azzera tutto, è una partita tutta da giocare. Mi sarebbe piaciuto arrivare a questo match con più allenamenti, non con più riposo. L'adrenalina farà in modo che staremo bene lo stesso. Nedved? E' il suo ultimo derby, ha tutte le possibilità di giocare. Rispettiamo tutti i giocatori del Torino, senza citarne uno in particolare. Qualche cambio ci sarà, sarà necessario per mantenere un'autonomia di squadra. Stiamo bene e sono sempre contento di andarmela a giocare con questi giocatori".

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: