La mancata squalifica di Mourinho fa infuriare Mazzarri


Puntuale come al solito anche ieri il giudice Tosel ha comunicato le sue decisioni in materia di squalifiche e provvedimenti dopo l'ultima giornata di campionato. La notizia più sorprendente, come già si è detto, è stata la mancata squalifica di José Mourinho, l'allenatore dell'Inter era stato allontanato dal campo dall'arbitro Orsato verso la fine del match con la Fiorentina. Nonostante ciò il portoghese se l'è cavata con una diffida e una multa di 10.000 euro. Totalmente differente la sorte di Walter Mazzarri, allenatore della Sampdoria espulso domenica dall'arbitro Rosetti durante la partita con la Roma, che è stato invece squalificato per un turno.

L'allenatore blucerchiato non l'ha presa tanto bene e ha parlato di diverso metro di giudizio nella valutazione: "Voglio essere rispettato e trattato come tutti gli allenatori. Le regole che devono valere per tutti. Io sono andato via correttamente dal terreno di gioco, mentre invece ci sono due pesi e due misure". Dalle sue parole emerge chiaro il riferimento anche al fatto che il portoghese dopo l'allontanamento non sia uscito realmente dal campo "nascondendosi" dietro una porticina e restando in pratica a bordo campo. Ma Mazzarri non è soltanto innervosito dal diverso trattamento subito, il fatto è che secondo lui l'espulsione non doveva proprio esserci.

Ai microfoni dei giornalisti a fine partita l'allenatore doriano aveva subito dato la sua versione dei fatti e l'ha poi ribadita dopo la notizia della squalifica: "Nel referto arbitrale si è parlato di frasi ingiuriose e del fatto che io avrei battuto le mani (ndr, dopo il rigore assegnato alla Roma), mentre invece questo gesto era diretto ai miei giocatori come incitamento. Un equivoco provocato probabilmente dal quarto uomo". Mazzarri avrebbe voluto spiegarsi davanti al giudice ma il regolamento non prevede più la possibilità di presentare un ricorso in seguito alle sanzioni di un solo turno.

E così il danno è doppio, il doriano si lamenta infatti non solo di non aver potuto guidare la sua squadra dal campo durante i minuti finali della concitata sfida di domenica scorsa, ma di non poterlo fare neanche domenica prossima quando i suoi ragazzi dovranno sfidare un Torino sicuramente motivatissimo. Se è possibile i tifosi della Sampdoria e lo stesso Mazzari possono consolarsi del fatto che già una volta quest'anno in panchina ha seduto l'allenatore in seconda Vittorio Russo ed è stato in occasione della vittoria per 3-0 sull'Inter in Coppa Italia.

  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: