Olandesi in mutande


La notizia che riporta la BBC e altre testate on line è quanto meno bizzarra, molti tifosi olandesi avrebbero seguito la partita contro la Costa d'Avorio in mutande. Non si è trattato però di un pittoresco modo di tifare la propria nazionale quanto di un vero e proprio incidente di percorso.

La birra olandese Bavaria NV aveva pensato bene di distribuire pantaloni arancioni con il proprio marchio a più di un migliaio di tifosi orange (anche se il portavoce della federazione olandese ha parlato di esagerazione riducendo a un centinaio il numero) che, come sempre, sono soliti colorare le tribune degli stadi in maniera impressionante con i loro colori.

Questi tifosi però ai cancelli del Gottlieb-Daimler-Stadion di Stoccarda sono stati bloccati dalla sicurezza perchè i loro pantaloni entravano in contrasto con quella che era la birra ufficiale della coppa del mondo, la Budweiser.
I simpatici olandesi non si sono persi d'animo, li hanno sfilati e hanno fatto un ingresso trionfale nel loro settore vestiti solo della loro biancheria intima.
Gli organizzatori del mondiale hanno spiegato che non pensano assolutamente di dire alla gente come deve vestirsi ma che di fronte a casi così evidenti di pubblicità devono per forza agire. E' una questione puramente economica, ogni partner ufficiale ha sborsato 50 milioni di dollari per garantirsi la visibilità in un mondiale e di fronte a queste cifre i loro diritti vengono prima di tutto.

E' insomma una storia di calcio moderno, fatto di soldi e sponsor miliardari, per fortuna però è anche una vicenda che fa sorridere. I tifosi anche se delusi per il trattamento ricevuto non hanno protestato più di tanto visto il caldo trovato in Germania, quel giorno si sfioravano i 30°C, e hanno gradito la mise più fresca e comoda.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: