Terzo allenatore in casa Toro: non basta la grinta a Novellino, arriva Camolese


S'era insediato sulla panchina del Torino, un ritorno il suo, l'8 dicembre del 2008: Walter Novellino aveva sostituito Gianni De Biasi, una scelta che in un certo qual modo aveva portato i suoi frutti. Sette risultati utili consecutivi, sebbene 6 pareggi e 1 vittoria, una vittoria pre-natalizia contro il Napoli, ma nelle ultime settimane tre sconfitte di fila, due delle quali in casa (derby e Sampdoria). Così Cairo, dopo smentite e ripensamenti, oggi s'è lasciato convincere da Rino Foschi e ha chiamato a sé Giancarlo Camolese, anche per lui un ritorno.

Aldo Spinelli, presidente del Livorno, ha rescisso il contratto del tecnico che ancora percepiva lo stipendio dai labronici, nonostante le parole post-Samp di Novellino ("Io sono convinto che ci salviamo") la società granata ha quindi scelto il terzo allenatore di questa tribolata stagione. Camolese, in ogni modo, non è un uomo qualunque, non per il Toro: ne ha prima indossato la maglia come centrocampista, poi nel 2000 rilevò Simoni in B e portò la squadra in Serie A, dove l'anno dopo raggiunse l'Intertoto. Fu esonerato nella stagione 2002/03 nonostante risultati migliori rispetto a 12 mesi prima.

Reggina, Vicenza e Livorno, il passato campionato, le altre esperienze da allenatore; ma lui, torinese di nascita, ha sempre avuto nel cuore il Toro e conosce molto bene l'ambiente, dove è molto apprezzato. Il suo modulo, il 3-5-2 è ben visto da Foschi e, insomma, seppur a mal in cuore Cairo ha tentato l'ultima disperata carta; sarà libero da vincoli contrattuali dal Livorno il 31 marzo, in tempo per la prossima delicata partita dei granata a Palermo, il 5 aprile. Ancora manca l'ufficialità ma è cosa certa, d'altra parte che Novellino fosse in bilico lo si sapeva: niente De Biasi, niente Papadopulo, Camolese è il nuovo tecnico del Torino.

  • shares
  • +1
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: