Real Madrid nel caos, a Napoli porte chiuse: Cannavaro senza squadra


Dopo le due gare, con Montenegro e Irlanda, a Fabio Cannavaro mancheranno soltante 2 presenze per eguagliare il record di Paolo Maldini in maglia azzurra. Il Capitano, l'uomo che ha alzato la Coppa del Mondo nel cielo di Berlino quasi tre anni fa, sta per compiere 36 anni, vede la possibilità concreta di divenire il giocatore con più presenze in nazionale, ma ha bisogno di una squadra di club per preparare l'impresa più grande: andare in Sud Africa a difendere il titolo conquistato in Germania nel 2006.

Non è però così semplice. Cannavaro è in scadenza di contratto con il Real Madrid, siamo ad aprile e non ha ancora ricevuto proposte per un rinnovo. Il Real ha i suoi problemi, e con il ritorno di Florentino Perez c'è l'incognita "rifondazione" che rischia di escludere Fabio dai futuri progetti madridisti. Difficile far ripartire la squadra dai giovani se si conferma un 36enne, per di più un difensore dal rendimento altalenante, lontano dall'essere l'infallibile centrale ammirato nel Mondiale tedesco e prima ancora nelle sue due stagioni alla Juventus.

Tutti davano per scontato che Cannavaro avrebbe avuto la sua chance per vestire nuovamente la maglia del Napoli, sua squadra del cuore, andando ad affiancarsi in difesa al fratello Paolo, attuale Capitano. De Laurentiis, il Presidente, non pare intenzionato ad accontentarlo (e ad accontentare la piazza), anche lui impegnato in un progetto che punti sui giovani piuttosto che sulle bandiere.

Così Fabio rischia di trovarsi a giugno senza una squadra, a caccia di alternative. Ci sarebbe il Milan, ma anche lì vorrebbero "rinnovare" la difesa, oppure l'ipotesi Premier League, ma in squadre (Tottenham e Manchester City) che non disputeranno la Champions League facendo perdere a Cannavaro il sapore delle "sfide internazionali" proprio nell'anno che precede il Mondiale.

Quale sarà la sua scelta?

  • shares
  • +1
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: