Novellino, esonero senza rancore: "In bocca al lupo a Camolese"


Walter Novellino, vittima dell'ennesimo esonero deciso dal Presidente Cairo per dare "una svolta" alla stagione del Toro pericolosamente vicino al ritorno in Serie B, torna a parlare. Niente veleni, nessuna recriminazione, solo la volontà di esprimere il sostegno alla squadra e di fare gli auguri a Camolese, suo successore, perchè riesca a risollevare il Torino dalla terzultima posizione in classifica.


Ho dato tutto, insieme ai miei collaboratori, per salvare il Torino. Un congedo in silenzio non è da Walter Novellino. In questi ultimi tre mesi e mezzo mi sono sempre esposto in prima persona, assumendomi ogni responsabilità. Quando sono arrivato la squadra era devastata e neppure in grado di affrontare una formazione di serie C per pubblica ammissione degli stessi giocatori.

Monzon, quindi, rivendica il buon lavoro fatto, seppur non sufficiente a far acquisire al Toro la certezza di permanere in Serie A. Nei 4 mesi sulla panchina del Torino Novellino ha conquistato appena 2 vittorie, ma ha contenuto il numero di sconfitte (6) riuscendo grazie ad altrettanti pareggi a costruire una striscia di 7 risultati utili consecutivi.


Ho ricompattato il gruppo restituendo convinzione e fiducia, come si evince dai sette risultati utili consecutivi. Da martedì scorso il Torino ha un sostenitore in più che si unisce alla splendida tifoseria granata che mi ha sempre sostenuto, anche nell'ultima partita con la Sampdoria. Un grazie di cuore a tutti i giocatori per la disponibilità che mi hanno dimostrato, per essersi sempre schierati al mio fianco. Un in bocca al lupo al presidente Urbano Cairo, al direttore sportivo Rino Foschi e al tecnico Giancarlo Camolese per un proficuo lavoro. Il Torino merita la Serie A

I tifosi granata sono autorizzati a fare i dovuti scongiuri.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: