Ronaldinho è deluso, il Manchester City è pronto per l'offerta


Qualche giorno fa Ancelotti si lasciò andare ad una frase alquanto lapidaria sulla condizione atletica di Ronaldinho e sul perché il brasiliano risulta sempre più non pervenuto nei tabellini delle partite giocate dal Milan: "Giocatori come lui basano tutto sul talento. Ho allenato molti grandi giocatori e la maggioranza pensa di fare la differenza solo con il talento. Non è vero. Nel calcio moderno se non hai una buona condizione fisica e non lavori in allenamento è più difficile brillare in partita".

A fare da corollario al malcontento di Ancelotti ci si mettono anche le malelingue che parlano di vita notturna e sregolata di Ronaldinho. Sembra chiaro che qualcosa nel fragile idillio tra Ronaldinho e l'entourage milanista si sta sgretolando e nemmeno troppo lentamente. E' di oggi la notizia riportata dal Daily Mirror, in cui riporta l'ammissione del fratello-procuratore del brasiliano, Roberto De Assis: "Alcuni club mi hanno chiesto di Ronaldinho e della sua situazione, ma qualsiasi iniziativa dipende dal Milan”. E' molto probabile che uno dei club in questione sia proprio il Manchester Ciy, ancora scottato dal rifiuto di Kakà.

Ronaldinho non conferma né smentisce nulla sul suo futuro, ma lancia un messaggio alla società rossonera: "Questa stagione non e' stata positiva per me, ma sono un professionista e ho ancora voglia di aiutare il Milan a raggiungere gli obiettivi, e fino alla fine non voglio speculare sul mio futuro. Alla fine della stagione voglio incontrare i dirigenti rossoneri”.

  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: