Aik Solna–Napoli 1-2 | Telecronache di Auriemma, Alvino e Scaramuzzino | Video

Il Napoli si qualifica con un turno di anticipo alla fase ad eliminazione diretta dell'Europa League. I partenopei sono la terza formazione italiana a superare il turno, dopo Inter e Lazio. Manca all'appello solo l'Udinese, sconfitta in Russia dall'Anzhi, ma obiettivamente il bilancio dei club italiani in Europa (se la Juve ottiene il pass diventano 5 su 6 le qualificate) è abbastanza soddisfacente e rassicurante rispetto alle scorse stagioni. La partita di Stoccolma è stata risolta per gli azzurri dal suo uomo migliore e in inferiorità numerica causata dall'espulsione di Aronica. Edinson Cavani, all'ultimo minuto, è entrato in area di rigore e con una finta ha ingannato Karlsson che lo ha steso. Rigore netto e trasformazione perfetta per il Matador, una liberazione per i tifosi del Napoli.

Walter Mazzarri, stavolta, non ha potuto far altro che "rinnegare" almeno in parte il suo credo delle seconde linee da schierare in Europa League. Il Napoli non ha giocato una bellissima partita in un ambiente infuocato, ma è bastato il guizzo del campione per superare l'ostacolo svedese, resosi più arduo rispetto alla gara di andata dove gli azzurri travolsero l'AIK anche grazie a Edu Vargas (stasera non pervenuto). L'ultimo gol del glorioso Rasunda Stadion (sarà abbattuto per far posto a degli appartamenti), l'impianto dove si giocò la finale del Mondiale 1958 con il Brasile di Pelè e la finale di Coppa delle Coppe 1998 con il Chelsea di Zola, è stato segnato da un fuoriclasse come Cavani. Un segno del destino, forse.

A fine partita Mazzarri, dai microfoni di Italia 1, sottolinea come l'Europa League tolga energie e punti al campionato:

"In questo momento paghiamo tutto quello che sbagliamo, ma sono soddisfatto di quanto fatto dai miei ragazzi. Per noi parlano i numeri, poi vedete voi...Vargas? Ha fatto una bella gara. Ci ha dato profondità, ha lottato e sfiorato il gol. Dobbiamo però stare più attenti dietro. Abbiamo fatto molto meglio nel secondo tempo. Secondo me l'Europa League qualche punto lo toglie al campionato. Siamo qua, ancora i ragazzi devono fare massaggi e doccia, dobbiamo partire e arriviamo domani alle 6. Sapete cosa vuol dire affrontare le partite con il giusto riposo e la giusta carica. Meno male che col Cagliari giochiamo di lunedi".


Le foto della carriera di Edinson Cavani

Le foto di Edison Cavani
Le foto di Edison Cavani
Le foto di Edison Cavani

CLICCA QUI PER LA TELECRONACA DI RAFFAELE AURIEMMA

_________________________

  • shares
  • Mail