Italia - Australia: le pagelle


Buffon 6,5: Se è il portiere più forte del mondo lo deve alla freddezza e alla reattività con la quale si fa trovare pronto in qualsiasi momento. In due occasioni esce come solo lui sa fare.

Zambrotta 7: Combatte come un gladiatore, non può attaccare ma difende con cuore e polmoni.

Cannavaro 7: Un muro!

Materazzi 6,5: Espulso per uno scivolone punibile tranquillamente con un giallo. In campo anticipa in maniera pulita senza soffrire.

Grosso 7: Decide la partita con un grande assolo (e un mezzo tuffo). Basta per dargli 7.

Gattuso 6,5: Il cagnaccio di sempre non molla fino al '95.

Pirlo 6: La partita più opaca del mondiale gli vale comunque la sufficienza.

Perrotta 6,5: Corre come pochi sanno fare. Si sacrifica soprattutto quando siamo in inferiorità numerica.

Del Piero 6: Alterna buoni spunti a crisi d'identità.

Gilardino 6: Peccato che il piemontese non sia arrivato all'appuntamento con i mondiali in perfetta forma. Si impogna ma non è il bomber di sempre.

Toni 6,5: Ho capito solo in parte il motivo della sua sostituzione. Fino alla sostituzione è stato una spina nel fianco dei canguri. Un pò sciupone.

Iaquinta 6: Discreto sulla fascia destra. Impreciso e non sempre incisivo in area (non solo per colpa sua).

Barzagli 6: Un buon intervento, per il resto ordinaria amministrazione.

Totti 7: Entra, serve tre palloni d'oro ai compagni e realizza il gol della vita. In ripresa.

Lippi 5: Considerazione personale; non mi sono piaciuti i cambi. La squadra del secondo tempo giocava con un baricentro molto arretrato. Abbiamo fatto catenaccio contro l'Australia che per fortuna non ha punte di prima qualità. Ci si affida troppo alla fortuna e agli uomini di classe e poco all'organizzazione. Marcello così non va.

  • shares
  • +1
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina: