Psg, Lavezzi si racconta: "A Napoli non potevo uscire, ora sono una persona normale"

Tra infortuni e squalifiche Ezequiel Lavezzi non è riuscito ancora a dare il meglio di se stesso nella nuova avventura parigina: l'ex attaccante del Napoli sta trovando piano piano la cifra giusta per completare il suo ambientamento calcistico al Paris Saint Germain, come confermano i due gol in Champions League contro la Dinamo Kiev dieci giorni fa. Le Parisien oggi ha pubblicato un'intervista del Pocho in cui l'argentino evidenzia come sia molto differente giocare con Ibrahimovic rispetto a Cavani:

"La differenza sta nel fatto che con Ibrahimovic riesco a giocare negli spazi stretti, mentre quando giocavo con Cavani usufruivo di maggiori spazi perché si muove bene e crea molti varchi. Ibrahimovic è invece un attaccante che gioca maggiormente spalle alla porta".


L'intesa con lo svedese è ampiamente rivedibile, mentre non ci sono più dubbi che la sua vita nella capitale francese lo ha quasi definitivamente conquistato:

"A Napoli non potevo uscire di casa. A Parigi, invece, posso passeggiare per strada tranquillamente, sono tornato ad essere una persona come le altre anche se non vado in discoteca come dicono ma al ristorante con gli amici".

Lavezzi però non ha dimenticato la sua ex squadra e i suoi ex compagni:

"Sta disputando un'annata molto buona. È normale perché il Napoli ha tanta qualità e ha calciatori che giocano insieme da tempo; per me è normale che sia tra le prime posizioni, spero che possa rendere felici i tifosi vincendo il campionato".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail