Liam Ridgewell usa banconote da 20£ al posto della carta igienica, bufera per uno scatto pubblicato dal Sun

Liam Ridgewell, difensore del West Bromwich Albion, è finito nell'occhio del ciclone per una foto che doveva essere privata e invece è finita nelle mani del Sun che l'ha pubblicata scaricando un mare di polemiche. L'immagine ritrae il calciatore nel bagno di casa sua che mostra di preferire delle banconote da 20 sterline alla carta igienica, mentre sul pavimento sono sparse almeno 1000 sterline. Lo scatto è stato inviato da un tifoso che ha chiesto di restare anonimo al tabloid che con la pubblicazione gli ha dato una grandissima risonanza mediatica. Le West Midlands, la regione di West Bromwich, è una delle meno floride in Inghilterra, Ridgewell guadagna 20.000 sterline alla settimana, l'equivalente del salario medio annuale dei suoi tifosi, è questo il motivo di tanto clamore.

Ridgewell si è subito scusato pubblicamente e si è detto mortificato se qualcuno si è sentito offeso dall'ormai famosa foto, ma ha spiegato che si trattava di un semplice scherzo ad un amico per celebrare una scommessa personale vinta, lo scatto sarebbe dovuto restare privato e invece è finito nelle mani sbagliate e poi su una scrivania della redazione del Sun. Non la pensano allo stesso modo i tifosi, c'è chi pensa che questo non faccia altro che dimostrare l'arroganza dei calciatori, chi invece si chiede cosa può pensare uno spettatore che 20 sterline e anche più le paga per vederlo giocare, c'è chi infine si chiede cosa pensa la Regina Elisabetta II il cui volto è stampato su tutte le banconote del Regno Unito.

Il West Bromwich Albion intanto ha cercato di minimizzare pur riconoscendo che l'episodio non metta in buona luce il club: "Certamente non mette in buona luce la nostra società ma cercheremo di risolvere la questione internamente. Da quando Liam è arrivato da noi 11 mesi fa la sua condotta è sempre stata esemplare". Forse ci potrebbe indignare di più per la violazione della privacy subita da Ridgewell, che quei soldi non li ruba di certo, ma spesso la stampa inglese non sembra farsi troppi problemi in tal senso.

  • shares
  • Mail