La nuova Juve è pronta


E stato presentato ufficialmente il CdA della nuova Juventus. Non ci sono novità rispetto a quello che si era già detto nei giorni scorsi.

Ad aprire la conferenza stampa è stato il traghettatore Carlo Sant'Albano che ha quindi dimesso il suo incarico di amministratore delegato ad interim. Le sue parole sono state di grande fiducia per tutti i soci e i tifosi, ha rassicurato tutti sulla bontà del progetto e sul futuro della squadra.


Abbiamo lavorato con i nostri sponsor in uno spirito di partnership per rassicurarli e anche per essere sicuri che rimanessero al nostro fianco in questo momento difficile. Vorrei ringraziarli per il loro sostegno in questo periodo e sono sicuro che il nuovo management lavorerà con loro in spirito di partnership per valorizzare il nome della Juventus. [...] Abbiamo lavorato con John Elkann sul Codice Etico e sulla Corporate Governance. I nove amministratori credono in questo rilancio e condividono questa visione. Sarà un board operativo, costituito di professionisti che lavoreranno vicino al nuovo management per affrontare le prossime sfide.
Siamo molto contenti che il dottor Cobolli e il dottor Blanc abbiano accettato di affrontare questa nuova sfida. Come Presidente, il dottor Cobolli darà garanzia agli azionisti che la nostra visione sia al centro del piano strategico. Come Amministratore Delegato e Direttore Generale, il dottor Blanc lavorerà con spirito di squadra per rafforzare questo grande brand internazionale, creare un piano industriale e rilanciare la Juventus per renderla una squadra vincente, ma sempre pulita. [...]

Non è mancato un pensiero per Pessotto, è stata espressa solidarietà e vicinanza alla sua famiglia oltre che ribadito il ruolo di Team Manager che attende il suo ritorno.

Anche Jean-Claude Blanc ha voluto fare un piccolo saluto, dopo la sua nomina ad amministratore delegato e direttore generale e non ha mancato di rivolgere un pensiero all'ex terzino bianconero.


Questo incarico è per me un grande onore. Quando John Elkann mi ha fatto questa proposta, sono stato subito attratto dalla nuova sfida. La Juventus è un patrimonio calcistico eccezionale, rappresenta una grande parte della storia del calcio italiano e internazionale. [...] Credo che il nuovo CDA, grazie alle singole esperienze professionali dei suoi membri, dimostri grande determinazione per guardare al futuro, che sarà fondato sul rispetto dei valori etici e sportivi. Stiamo intraprendendo la strada giusta per scrivere un nuovo capitolo della storia della Juventus, fatta di successi per noi e per i nostri tifosi, un lavoro che sarà apprezzato da chi ama il calcio giocato in modo meraviglioso e con passione.

Sugli stessi toni anche le dichiarazioni del nuovo presidente Giovanni Cobolli Gigli. Montali ha voluto invece sottolineare come la Juve sia entrata nella sua vita, ricordando il giorno in cui fu nominato ct della nazionale di volley non trovò nessun articolo in prima pagina che lo riguardasse questo perchè tutti i quotidiani erano occupati dalla notizia della morte del grande avvocato Gianni Agnelli. Tardelli infine si è dichiarato entusiasta e alla domanda sui futuri obbiettivi non ha avuto dubbi: la Juve è condannata a vincere sempre e comunque.

La società aspetta dunque le sentenze con serenità per poi ripartire con entusiasmo e con la certezza, come ha detto John Elkann, che "la prossima vittoria sarà la più bella".

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: