Conte, con lo Shakhtar l'ultima partita da squalificato

Con la gara di ieri sera con lo Shakhtar è terminata di fatto squalifica di Antonio Conte, ancora una volta protagonista di una performance notevole ripresa dalle telecamere di Mediaset Premium (qui trovate il video del servizio realizzato ad hoc). L'allenatore della Juventus tornerà regolarmente in panchina domenica pomeriggio, 9 dicembre, al Renzo Barbera contro il Palermo. 120 giorni lontani dal campo, un'autentica sofferenza per un allenatore sanguigno come lui, che vive la partita in maniera a dir poco "fisica", sempre lì ad un passo dall'entrare nel rettangolo di gioco ora per strigliare, ora per dare un mano ai suoi giocatori. Il ritorno in panchina arriverà in un momento positivo per la sua squadra, capace di rimanere in testa alla classifica del campionato (nonostante le due sconfitte con le milanesi) e soprattutto di staccare il biglietto per gli ottavi di Champions League da prima nel girone grazie al successo sullo Shakhtar.

Nei fatti la squalifica, arrivata a causa delle rivelazioni del "pentito" Filippo Carobbio, unico a sostenere che Conte fosse a conoscenza delle combine e degli accordi consumati al Siena quando era lui il tecnico, poteva privarlo completamente dell'esperienza da allenatore in Champions. Dopo la vittoria dello Scudetto, se la Juventus stasera avesse perso, Conte avrebbe avuto il triste record di non essere riuscito a sedere mai al suo posto alla prima esperienza europea da allenatore. Sarebbe stata una delusione tremenda, così come shockante è stato per lui "lasciare sola" la squadra per così tante settimane.

Prima Massimo Carrera, poi Angelo Alessio rientrato dalla più breve (e surreale) squalifica, hanno raccolto momentaneamente la sua eredità. Due stile completamente diversi, all'apparenza autonomo e aggressivo il primo, all'apparenza fedelissimo e pacato il secondo (la verità sta nel mezzo, in entrambi i casi), ma in fin dei conti risultati identici. La Juve è prima ed ha intenzione di rimanere tale nonostante un Napoli sempre più intraprendente, così come è intenzionata a recitare il ruolo di mina vagante di questa Champions League in primavera, quando si inizierà a fare sul serio e gli avversari saranno di primo livello sul doppio confronto andata e ritorno. In questo scorcio 2012 vissuto fra incredibili gioie e grandi amarezze Conte avrà ancora 4 gare da "allenare" in panchina, le due trasferte di Palermo e Cagliari e i due impegni interni con Atalanta e ancora Cagliari, ma stavolta in Coppa Italia. Dal prossimo impegno Fabio Paratici, suo accompagnatore in tutte le partite sin qui nel ruolo di "telefonista" per il laborioso passaparola che faceva pervenire suggerimenti ai suoi vice, potrà godersi una partita solo da spettatore. Forse il più sollevato dalla fine della squalifica è proprio lui.


Shakhtar - Juventus 0-1: le foto della partita

Shakhtar - Juventus 0-1: le foto della partita
Shakhtar - Juventus 0-1: le foto della partita
Shakhtar - Juventus 0-1: le foto della partita
Shakhtar - Juventus 0-1: le foto della partita

  • shares
  • Mail