Turchia, Emre rischia il carcere per un insulto razzista

Il calciatore turco Emre Belozoglu, conosciuto anche in Italia per aver militato nell'Inter dal 2001 al 2005 e ora attualmente all'Atletico Madrid, rischia seriamente il carcere per un insulto di stampo razzista.

Il giocatore 32enne, infatti, l'anno scorso in forza al Fenerbahce, durante una partita contro il Trabzonspor, svoltasi lo scorso aprile, valida per il massimo campionato in Turchia, ha insultato pesantemente il giocatore della Costa D'Avorio, Didier Zokora. L'offesa, come riportato da La Gazzetta dello Sport, è oggettivamente molto grave: "Sporco neg....".

Dopo la denuncia penale di Zokora, la procura di Istanbul ha ora incriminato il giocatore turco che rischia un periodo da passare in carcere che può variare dai sei mesi ai due anni. Emre sarà giudicato in base alla nuova legge in vigore in Turchia riguardo la violenza nello sport e si presenterà davanti al giudice per difendersi, nelle prossime settimane.

Come riportato dall'Agi, il calciatore ha ammesso l'insulto, scusandosi con il collega, addossando la colpa dell'accaduto esclusivamente alla foga agonistica. Queste furono le sue dichiarazioni riportate all'epoca:

A volte capita di dire cose sbagliate e io ho usato una parola stupida e di questo mi voglio scusare.

Queste, invece, furono le dichiarazioni di Zokora, riportate da El Pais, riguardo questo caso:

Mi auguro che una cosa del genere non rimanga impunita. Che cosa c'entra il colore della nostra pelle sul campo? I tifosi, la FIFA, la stampa, tutti sono contro le affermazioni razziste.

Emre, però, durante la sua carriera di calciatore, si è reso protagonisti di simili episodi anche in un'altra occasione: nel 2007, quando Emre giocava con il Newcastle, i colleghi offesi dagli insulti razzisti furono il calciatore inglese Joleon Lescott, il giocatore nigeriano Joseph Yobo e il calciatore statunitense Tim Howard, tutti e tre in forza all'Everton. Questi ultimi episodi portarono Emre alla scelta finale di abbandonare la Premier League.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: