Roma-Atalanta 3-0 | Osvaldo e l'antico vizio: nuovo cartellino rosso

Minuto 53 di Roma - Atalanta. Il punteggio e l'andamento della partita farebbe star tranquillo anche il più pessimista dei tifosi romanisti, nonostante le rimonte subite dalla formazione giallorossa in questo campionato. Rimonte che sembrano quasi lontane nella memoria visto l'ottimo rendimento della squadra di Zeman in queste ultime settimane. Dicevamo del minuto 53 di un ottavo di Coppa Italia a senso unico o quasi. Un calcio d'angolo per la Roma sta per essere battuto dalla sinistra. Mathieu e Osvaldo si strattonano a vicenda, è una di quelle situazioni frequentissime sui campi ogni qualvolta un calcio da fermo sta per essere battuto.

Capita di esagerare con i corpo a corpo e le strattonate reciproche e i giocatori più irritabili reagiscono, a volte, con le cattive. Osvaldo è uno di questi e a Mathieu non resta che incassare la violenta gomitata. L'arbitro Russo non può non vedere e manda l'italo argentino anzitempo negli spogliatoi. Osvaldo impreca, forse nei confronti del quarto uomo, mentre sta per abbandonare il campo dell'Olimpico e incrocia lo sguardo di Zeman. Il boemo e l'attaccante non si salutano, ma l'allenatore lo fulmina con uno sguardo.


Le Foto di Roma - Atalanta 3-0

Le Foto di Roma - Atalanta 3-0
Le Foto di Roma - Atalanta 3-0
Le Foto di Roma - Atalanta 3-0

"L’espulsione di Osvaldo? Non ne conosco le motivazioni, ma quando un giocatore viene espulso priva la squadra di un uomo e questo è brutto" si è limitato a dire Zeman nel dopo partita. Non è un delitto pensare che per Osvaldo potrebbero arrivare sanzioni o punizioni (accadde anche a De Rossi dopo l'espulsione rimediata nel derby).

Osvaldo non è nuovo a questo tipo di reazioni scomposte. Diede un calcione a Luca Cigarini nel secondo tempo di Atalanta-Roma a gara quasi compromessa (sul 3 a 1) dello scorso campionato. Sempre nella scorsa stagione a Udine rifilò una manata al suo compagno di squadra, Erik Lamela. Più recentemente durante Italia-Danimarca, dopo soli 16 secondi dall'inizio della ripresa, l'attaccante azzurro, nel tentativo di liberarsi della marcatura di Stokholm, colpì l'avversario con una manata al volto costringendo l'arbitro all'espulsione. A Roma direbbero "Osvà, datte 'na calmata..."

  • shares
  • Mail