Calciomercato Juve: è Llorente l'attaccante per gennaio, out uno fra Matri e Quagliarella

Mentre in giro per i media prosegue la grande e confusionaria corsa al nome giusto per l'attacco della Juventus in vista di una seconda parte di stagione tanto gustosa quanto impegnativa, Marotta e Paratici hanno già assestato il colpo concordato con Antonio Conte. Si tratta dello spagnolo Fernando Llorente dell'Atletico Bilbao: classe 1985, non è un nome nuovo, ma certamente non è mai stato in concorrenza con i Lewandowski o gli Huntelaar che in Champions League, tra l'altro, non potrebbero neanche giocare.

Una trattativa lunga ma coerente. Così ha agito la Juventus, che già in estate aveva di fatto bloccato l'ariete (195 centimetri per 90 chilogrammi) mandando su tutte le furie il club basco. Quel che è successo dopo è noto a tutti sotto il punto di vista del rapporto tra giocatore e club. La Juventus ha poi soltanto preso atto, dopo la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, e quindi stretto il definitivo accordo con il puntero che è anche stabilmente nel giro della pluridecorata nazionale iberica.

Finanziariamente, si parla dell'ennesima intelligente operazione che fa capo al modus operandi di Beppe Marotta: giocatore acquistato sottocosto e con ingaggio tutto sommato in linea con i massimali societari (4,5 milioni più bonus per 4 anni, questi sarebbero i termini) bruciando sul tempo anche i forti interessamenti di Tottenham e Manchester City.

Conte avrà così l'innesto che tanto reclamava in società, agendo a ragion veduta considerate le bizze e le prestazioni altalenanti di Quagliarella e Matri. Uno dei due a questo punto partirà: il candidato numero uno resta Matri (ma la Fiorentina preferirebbe trattare Immobile), anche se Quagliarella ha discreto mercato anche a livello internazionale. Entrambi sono acquistabili a una cifra vicina agli 8 milioni di euro, pagando subito, e questo li rende appetibili anche in Italia dove i soldi veri restano pochi.

Tornando a Llorente, il giocatore si dice già entusiasta e il suo Atletico annaspa in tutte le competizioni. Senza il suo contributo, il tecnico Bielsa ha smarrito il grosso della forza mostrata l'anno precedente sia in Liga che in Europa League. La società basca se n'è fatta una ragione e si toglierà l'impiccio mediatico della diatriba con Llorente il prima possibile, cioè tra meno di un mese.

A patto, come sarà, di ottenere comunque 6/7 milioni per il cartellino di un attaccante che vanta comunque un valore internazionale vicino ai 30 milioni di euro. Conte e i tifosi bianconeri, a questo punto, non si porranno più limiti già per l'immediato futuro.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: