Calciomercato Palermo: Su Acquah c'è l'Arsenal. Lo Monaco pensa a Guidetti

Lo Monaco international. Queste due notizie che riguardano il club rosanero, esplicitamente intenzionato a far mercato a gennaio come ammesso per bocca dell'allenatore Gasperini, aprono infatti una breccia in parte nuova per il Palermo: trattative con l'Inghilterra, ovvero una nuova frontiera. Se vogliamo, una novità anche per il direttore generale e amministratore delegato ex Catania, storicamente avvezzo a trattative estere in direzione Sudamerica, in particolare Argentina.

La prima riguarda Afriyie Acquah, centrocampista "muscolare" classe 1992 di proprietà del Palermo attualmente in prestito al Parma dove presto ha perso il posto in favore di colleghi di maggiore esperienza. Fu uno degli artefici del Palermo formazione Primavera che arrivò anche alla conquista di un titolo italiano e una finale di Coppa Italia persa in finale a San Siro contro il Milan.

Ebbene, lo vuole Arsene Wenger. O meglio, i suoi emissari italiani dei quali molto si fida. Il Palermo ne è informato ed è pronto a trattare la cessione di Acquah a giugno per una cifra intorno ai 4 milioni di euro.

La seconda è invece una trattativa in entrata, una mossa un po' a sorpresa voluta proprio dallo stesso Lo Monaco. L'obiettivo è il corteggiatissimo John Guidetti del Manchester City, ventenne totalmente coperto dai tanti titolari famosi ma già testato in Eredivisie e nazionale. Un furetto dell'attacco, un possibile crack futuro, ma anche qui siamo alle solite: il City parla solo e soltanto di prestito, il Palermo (come la Lazio) vorrebbe qualcosa di più.

Si punta sulla volontà del ragazzo di sbarcare in Italia viste le sue chiare origini: di certo si tratta di un profilo che vanta un valore di mercato di almeno 7 milioni, ma la dirigenza dei citizens sa bene che in Inghilterra ci sono almeno 4 club pronti ad incassare il prestito secco. Per riuscire nell'impresa-Guidetti, Lo Monaco dovrà superarsi. Oppure virare sul solito argentino alla Bergessio, tanto per essere chiari.

  • shares
  • Mail