Calciomercato di Serie A, gli ultimi colpi (prima parte): Abbruscato al Chievo, Pesce al Catania, Savio alla Fiorentina, Grosso alla Juve

Ore 19: l’Ata Hotel Quark di Milano chiude i battenti. Chi è dentro è dentro, la sessione estiva del mercato cala il sipario. Ora la sosta per far integrare i nuovi arrivati, poi fino al 2010 si andrà avanti con le rose definite oggi (salvo acquisti di svincolati). Vediamo squadra per squadra gli ultimi colpi


Ore 19: l’Ata Hotel Quark di Milano chiude i battenti. Chi è dentro è dentro, la sessione estiva del mercato cala il sipario. Ora la sosta per far integrare i nuovi arrivati, poi fino al 2010 si andrà avanti con le rose definite oggi (salvo acquisti di svincolati). Vediamo squadra per squadra gli ultimi colpi di mercato (vengono riportate solo le operazioni in entrata, a patto che le cessioni non riguardino squadra di categorie inferiori o di altri campionati).

ATALANTA: Carlo Osti lo diceva da tempo è così è stato: il box della Dea è stato il più tranquillo. Nessuna operazione in entrambe le direzioni per gli orobici.

BARI: arriva in prestito dal Lecce Souleymane Diamoutene, difensore maliano l’anno scorso per sei mesi alla Roma. Dopo Donati, Almiron e Yago, ulteriore tassello. Nessun attaccante, anzi ceduto a titolo definito Corrado Colombo al Verona, in Lega Pro.

BOLOGNA: preso Henry Damian Giménez, attaccante uruguagio, in prestito dal River Plate Montevideo mentre Gabriele Paonessa, con la stessa formula, è tornato a Vicenza. Sfumato all’ultimo Chevanton, restano Mudingayi e Marazzina. Deluso Papadopulo, preoccupato soprattutto per il centrocampo.

CAGLIARI: i nomi nuovi per Cellino e Allegri dovevano essere due, Daniele Dessena dalla Samp e Lorenzo Ariaudo dalla Juve: pareva fatta per entrambi ma all’ultimo secondo il giovane difensore è rimasto a Torino per problemi burocratici.

CATANIA: giornata di scambi in casa etnea. Con l’Ascoli per cui arriva Simone Pesce e nelle Marche s’accasa Silvestri; col Chievo con Gennaro Sardo che torna al Bentegodi e Giovanni Marchese in rossoblu.

CHIEVO VERONA: clivensi scatenati. Dal Torino arriva Elvis Abbruscato, ma anche Gennaro Sardo dal Catania, Felice Piccolo dall’Empoli (con Antonazzo che va in Toscana) e il giovane Andrea Bertin dall’Inter. Antimo Iunco e Simone Grippo ceduti in prestito rispettivamente a Cittadella e Lumezzane. Giovanni Sartori, ds dei mussi volanti, alla fine era sfinito.

FIORENTINA: come già annunciato in un post precedente, due operazioni in uscita e una in entrata. Kuzmanovic allo Stoccarda per 8 milioni, scambio secco col West Ham: ai viola va Savio Nsereko, Da Costa nell’est londinese.

GENOA: tante trattative per il gran colpo finale ma alla fine niente di fatto. Amantino Mancini ha rifiutato il trasferimento a Genova, l’idea Seitaridis è arrivata troppo tardi. Magnus Troest al Recreativo Huelva.

INTER: calma piatta, come preventivato. Giusto un paio di giovani della primavera piazzati in prestito: Bertin al Chievo e Romanini al Brescia. In più Kerlon Foquinha, che dal prestito al Chievo passa, sempre con la stessa formula, all’Ajax.

JUVE: era noto, i dirigenti bianconeri avrebbero speso tutte le loro energie per arrivare a Grosso. Operazione riuscita, un po’ d’ansia per l’arrivo del fax di conferma da Lione, ma alla fine tutto è andato per il verso giusto: tre anni di contratto a 1,2 milioni per il giocatore, 3 milioni ai transalpini. Clamorosa empasse sull’asse Cagliari-Torino: alla fine Ariaudo non va in Sardegna per sforamento del tempo limite di consegna del contratto alla Lega.