Pandev rimane alla Lazio, in futuro più Inter che Fiorentina


Alla fine Goran Pandev è rimasto un giocatore della Lazio: forse un eufemismo perché i rapporti tra il macedone e il suo presidente Claudio Lotito sono ormai insanabili, a meno di clamorose retromarce il cui artefice sarebbe mister Ballardini (che ha recuperato già Baronio, addirittura eletto a capitano). Oltre all'attaccante, l'altro dissidente si chiama Christian Ledesma che però è vincolato ai biancocelesti da un contratto che scade nel 2011, e non fra meno di un anno come Pandev. Perciò Lotito deve pensare a vendere nella prossima sessione di mercato invernale il giocatore, se non vuole perderlo a parametro zero nel giugno prossimo; per fare ciò dovrà abbassare le pretese (ha sempre chiesto non meno di 18 milioni di euro) e venire incontro alle corteggiatrici del macedone.

Fondamentalmente sull'ormai ex gemello di Tommaso Rocchi ci sono due squadre: l'Inter e la Fiorentina. Mourinho apprezza Pandev e nel caso non fosse arrivato Sneijder, Massimo Moratti avrebbe fatto un pensierino propio nei confronti del laziale; per di più fu portato in Italia proprio dal club nerazzurro e sarebbe così considerato un prodotto del vivaio, prerogativa importante quando i club devono redigere le liste Champions. Alla fine è arrivato l'olandese ex Real, ma l'interesse per Pandev non è venuto meno: a gennaio si può fare, a patto che il prezzo sia molto, molto più basso. E a condizione che la Fiorentina non si inserisca impetuosa nella trattativa per il giocatore.

Pantaleo Corvino aveva fatto un sondaggio per il giocatore, a prescindere dal futuro di Mutu: l'uomo mercato dei viola lo ha ribadito a più riprese, l'obiettivo principale dei toscani è non perdere il rumeno. Per cui Pandev sarebbe un giocatore in più, non un sostituto di chicchessia; infatti i gigliati aveva proposto a Lotito un succoso scambio: Kuzmanovic più conguaglio per Pandev. Il presidente capitolino ci aveva pensato, poi però Kuz ha fatto sapere di preferire lo Stoccarda e tutto è naufragato. Di certo c'è che l'ingaggio di Pandev non è elevato, per cui rientra tra i parametri dellavalliani. A gennaio, ci saranno anche i viola sul giocatore.

Da segnalare il timido tentativo di ieri di Aldo Spinelli, patron del Livorno: aveva offerto un milione di euro per il prestito oneroso del giocatore, per un anno. Come ha risposto Lotito? E' facile da immaginare, come al solito: picche.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: