La Francia vince ed è in finale

La seconda finalista è la Francia: lo decreta la partita di ieri sera a Monaco di Baviera, un match tra Francia e Portogallo in cui lo spettacolo è stato un decimo rispetto a quello della sera prima, una sfida tra due squadre oggettivamente poco belle che hanno dato vita a una semifinale sonnecchiosa e, come

La seconda finalista è la Francia: lo decreta la partita di ieri sera a Monaco di Baviera, un match tra Francia e Portogallo in cui lo spettacolo è stato un decimo rispetto a quello della sera prima, una sfida tra due squadre oggettivamente poco belle che hanno dato vita a una semifinale sonnecchiosa e, come ovvia conseguenza, decisa solo da un calcio di rigore. D’altra parte il cammino delle due nazionali in questione non era stato brillantissimo: i lusitani dopo aver regolato un girone facilissimo avevano vinto contro l’Olanda grazie a ripetute risse e contro l’Inghilterra per opera dei rigori (nonostante l’uomo in più per un’ora quasi); i galletti d’altra parte hanno singhiozzato nel loro girone, hanno vinto contro l’eterna incompiuta Spagna ma solo al 90′ e hanno battuto il Brasile, a ben vedere più per demeriti (leggi arroganza) dei sudamericani che per giocate sopraffine (a parte Zinedine Zidane).

A Monaco ieri sera le premesse sono state mantenute e così sin dalle prime battute del primo tempo s’era capito quanto poco emozionante potesse essere la partita: Deco e Maniche rispondono con poco pericolose conclusioni ad una incursione iniziale di Malouda, per poi rientrare nei ranghi e stare sulla difensiva con tutto il Portogallo. La Francia però non è un fulmine di guerra e così il match si sblocca solo per una ingenuità colossale di Carvalho che stende in area con un calcetto veniale ma punibile Henry, che come ovvio cade per terra come falciato da un tackle durissimo. Zidane non si fa pregare e mette dentro la palla dell’1-0, quello che poi sarà il risultato finale.

Nella ripresa infatti i bleus tendono ad amministrare e il Portogallo, che dovrebbe fare la partita, praticamente non punge. Ci scappa così qualche contropiede francese ma in un modo o nell’altro Ricardo mette una pezza su Henry prima, su Ribery poi. Nel finale Scolari mette dentro Postiga, caccia un Pauleta che per quanto impalpabile aveva sfiorato il gol con una bella giocata pochi minuti prima, e tenta l’assalto finale: la punta dell’iceberg delle offensive lusitane è una papera colossale di Barthez che para goffamente una punizione da lontano di Cristiano Ronaldo e offre alla testa di Figo il pallone del pareggio. L’interista però sbaglia e finisce senza acuti e con tanti sbadigli una delle più brutte semifinali nella storia dei Mondiali (escluse forse le semifinali di 4 anni fa, quelle di un mondiale che ancora vien difficile definire tale).

La Francia incontrerà l’Italia, in campo ci saranno 8 juventini.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →