Il giovane Vito Mannone potrebbe esordire in Champions a difesa della porta dell'Arsenal


Qualche mese fa vi avevamo raccontato la storia di Vito Mannone, portiere di belle speranze formatosi nelle giovanili dell'Atalanta e poi approdato a soli 17 anni all'Arsenal su specifica richiesta di Arsene Wenger. Era l'anno 2005 e nel frattempo il ragazzo è maturato, si è conquistato un posto da titolare nella formazione riserve e la fiducia della società che gli ha rinnovato il contratto. Lo scorso maggio ha esordito da titolare in Premier League contro lo Stoke City, 4-1 per i Gunners il finale, e stasera potrebbe provare la gioia di scendere in campo dal primo minuto in una partita di Champions League.

Il condizionale per il momento è d'obbligo, il tecnico francese dell'Arsenal non ha ancora annunciato la formazione che sifderà lo Standard Liegi, ma le probabilità dell'italiano sono molto alte. Dalla sua parte un pizzico di fortuna, il titolare Almunia è infatti a casa con un'infezione polmonare, mentre il secondo Fabianski è ormai fermo da un pezzo e lo si può definire un infortunato cronico.

L'unico ostacolo che può impedirgli di realizzare questo sogno è rappresentato dal suo collega e rivale, il diciannovenne polacco dal nome impronunciabile Wojciech Szczesny. Anche lui di esordi record se ne intende avendo debuttato in prima squadra con il Legia Varsavia a soli 15 anni, ma per il momento non è mai sceso in campo con la maglia dell'Arsenal, circostanza che favorisce Mannone. Stasera quindi tra i Gunners ci sarà anche un pezzettino d'Italia e non possiamo far altro che augurarci che il portierino si faccia valere.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: