Sequestrati orecchini da 4 mila euro a Maradona per i guai con il fisco


Per Diego Armando Maradona l'Italia è una seconda casa, ci torna volentieri, è amato e rispettato (di questi tempi magari anche più che in Argentina), ma il suo comportamento turbolento all'epoca del Napoli continua a perseguitarlo. Nello specifico i circa 30 milioni di euro (questa la stima non confermata) di debiti con il fisco che si è lasciato alle spalle. Qualche anno fa, quando tornò per partecipare alla trasmissione tv Ballando con le Stelle, i finanzieri gli sequestrarono il cachet concordato con la Rai (alcuni dicono da 4 mln di euro), ma El Pibe è tornato ancora una volta in questi giorni nel nostro paese sprezzante del pericolo.

Come noto al momento Maradona si trova a Merano per una cura dimagrante sotto l'occhio vigile del suo amico Henry Chenot e nemmeno stavolta i finanzieri e gli ispettori di Equitalia lo hanno lasciato in pace. Raggiunto l'hotel in cui l'ex campione è ospite gli hanno notificato l'ennesimo atto giudiziario che gli intima di pagare il suo debito con l'erario e contestualmente gli sono stati sequestrati i due orecchini d'oro che indossava.

L'oggetto di valore, 4 mila euro appena, non servirà ed estinguere il suo debito, ma manda un messaggio chiarissimo a Maradona: l'Italia non è un rifugio sicuro per lui. Non dovesse centrare le qualificazioni ai mondiali con la sua Argentina gli converrà espatriare in qualche altro paese, magari nella Cuba di Fidel Castro.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: