Sampdoria - Siena 4-1: i blucerchiati volano e Del Neri non si pone limiti


Dategli una squadra, non toccategli il 4-4-2 e lasciatelo lavorare: probabilmente avrete bel gioco, risultati e tanto entusiasmo. Stiamo parlando di Luigi Del Neri che dopo il miracolo Chievo e la brillantezza dell'Atalanta di l'anno scorso, quest'anno a Genova sponda Sampdoria ha cominciato come meglio non poteva, quattro vittorie su quattro (come mai successo nella storia del club blucerchiato), primato in classifica e, ciliegina sulla torta, migliore attacco con 10 gol fatti. Oggi vittima il Siena, colpito e affondato con 4 sberle: ha aperto i conti capitan Palombo, ha raddoppiato Mannini, ha perfezionato il tutto Padalino, autore di una doppietta.

I meriti del tecnico di Aquileia? Per esempio mettere da parte le acredini "romane" con Cassano, anche oggi autore di una prestazione super e più o meno con lo zampino in ogni marcatura sampdoriana: "E' un giocatore supersonico che quando ha la palla tra i piedi fa la differenza e lavora molto per la squadra" ha detto Del Neri in merito al suo numero 99. E poi, altro motivo di vanto del trainer blucerchiato, è l'aver creduto in Andrea Poli piazzandolo in mezzo al centrocampo: lui, neanche 20 anni, lo sta ripagando con grandi prestazioni lasciando intravedere un futuro roseo.

A fine partita Angelo Palombo lo ha detto categorico: "Scudetto? Impossibile". E anche il suo allenatore pare non voglia sentir pronunciare parole troppo audaci; ma allora qual è l'obiettivo di questa Samp bella e frizzante? "Siamo partiti bene e abbiamo il convincimento di quello che stiamo facendo. Questo risultato è meritato anche se non dobbiamo perdere di vista il nostro futuro reale. Noi dobbiamo essere outsider per prenderci delle soddisfazioni importanti. La Sampdoria non ha limiti. Non puntiamo a nulla ma non abbiamo limiti. Vediamo domenica dopo domenica. Siamo consapevoli che possiamo giocare sempre bene al calcio" la risposta di Del Neri. E il Siena? Domenica storta, microscopico sorriso solo per Michele Fini, al primo gol in maglia bianconera.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: