Napoli, la carica di Donadoni: “Questa squadra merita di più, Inter attenta!”

I dettagli nel calcio sono tutto: alzi la mano chi pensa, realmente, che questo Napoli non meritasse di più dei 4 punti fin qui conquistati. Contro il Palermo legni e gol annullati per una sconfitta immeritata, poi la vittoria col Livorno, quindi la baraonda del Ferraris col Genoa; infine lo 0-0 casalingo contro l’Udinese nonostante


I dettagli nel calcio sono tutto: alzi la mano chi pensa, realmente, che questo Napoli non meritasse di più dei 4 punti fin qui conquistati. Contro il Palermo legni e gol annullati per una sconfitta immeritata, poi la vittoria col Livorno, quindi la baraonda del Ferraris col Genoa; infine lo 0-0 casalingo contro l’Udinese nonostante la mole impressionante di occasioni da rete create. Si possono rimproverare alcune cose a questa squadra e al suo allenatore, forse Donadoni appare fin troppo remissivo e poco grintoso, ma di certo i partenopei in 360 minuti hanno mostrato un calcio probabilmente tra i migliori della Serie A.

Così appare ingeneroso asserire che l’ex ct della Nazionale domani sera al Meazza contro l’Inter sarà sotto osservazione; e a sentire le sue parole della vigilia pare non abbia proprio voglia di mollare o, forse ancor peggio, di non credere nel valore dei suoi ragazzi: “Io metterei la firma per rivedere il Napoli che ha giocato con l’Udinese. Ho detto e ripeto che i ragazzi hanno meritato il mio plauso personale. Magari creassimo 4-5 palle gol nitide come sabato, vorrebbe dire essere protagonisti del gioco. Prima o poi, se ci si esprime così, i gol e i punti verranno“. Certo, domani i nerazzurri come tasso tecnico non saranno certo l’Udinese. E poi si giocherà in trasferta.

Ovviamente giochiamo con la squadra campione d’Italia assortita per essere una delle squadre più forti del mondo. Ma sono match che danno motivazioni superiori, non c’è bisogno di preparare psicologicamente la gara. Sono partite che danno stimoli automatici. Non potremo sicuramente distrarci perché alla minima disattenzione rischiamo di essere puniti. Dovremo sbagliare il meno possibile e cercare di sfruttare le opportunità che avremo. Poi se loro saranno più bravi allora tanto di cappello” ha detto Donadoni, che ha la ricetta per mettere in difficoltà i più blasonati avversari: “Il Napoli dovrà fare leva sulla velocità e sull’aggressività, componenti che sono caratteristiche di questa squadra“. Con un occhio, ci vuole, alla classifica: “Non è fedele rispetto a quanto i ragazzi stanno producendo. La squadra sta lavorando bene, sta facendo tanto ed è realistico dire che non ha i punti che merita“. Domani una sorta di prova del nove.

I Video di Calcioblog