Argentina, Maradona dirama le convocazioni e fa una mezza rivoluzione

Dieci e quattordici ottobre, Perù e Uruguay: l’Argentina fra due settimane si troverà a giocarsi la qualificazione al Mondiale, due match cruciali in cui la Seleccion non potrà permettersi errori. Diego Armando Maradona, ct della selezione albiceleste, criticato da più parti ma orgoglioso e testardo, per battere gli avversari ha scelto 18 giocatori, alcuni noti,


Dieci e quattordici ottobre, Perù e Uruguay: l’Argentina fra due settimane si troverà a giocarsi la qualificazione al Mondiale, due match cruciali in cui la Seleccion non potrà permettersi errori. Diego Armando Maradona, ct della selezione albiceleste, criticato da più parti ma orgoglioso e testardo, per battere gli avversari ha scelto 18 giocatori, alcuni noti, altri nuovi, lasciando a casa nomi illustri. Insomma, nel momento più critico ha adottato una mezza rivoluzione.

Gli “italiani” sono solo tre: il portiere Mariano Andujar del Catania e gli attaccanti Diego Milito e Ezequiel Lavezzi. Tutti gli altri a casa: ha sorpreso l’esclusione di Javier Zanetti, ma anche quella di Jesus Datolo (uno dei pochi a salvarsi contro il Brasile), di Nicolas Burdisso e di Juan Pablo Carrizo. Tra gli epurati altri nomi eccellenti: Fernando Gago, Sebastian Veron, Maxi Rodriguez e Lisandro Lopez. Anche volti nuovi: quelli di Emiliano Insua del Liverpool e di Gonzalo Higuain del Real Madrid. Di seguito la lista completa.

Portieri: Sergio Romero (AZ Alkmaar), Mariano Andùjar (Catania). Difensori: Emiliano Insùa (Liverpool), Fabricio Coloccini (Newcastle), Gabriel Heinze (Marsiglia), Pablo Zabaleta (Manchester City), Nicolàs Pareja (Espanol). Centrocampisti: Javier Mascherano (Liverpool), Luis Gonzàlez (Marsiglia), Jonàs Gutièrrez (Newcastle), Angel Di Marìa (Benfica), Pablo Aimar (Benfica). Attaccanti: Lionel Messi (Barcellona), Sergio Aguero (Atletico Madrid), Carlos Tevez (Manchester City), Gonzalo Higuaìn (Real Madrid), Diego Milito (Inter), Ezequiel Lavezzi (Napoli).