Alla Germania la finalina: è terza!

La finalina per il terzo posto non è forse uno spettacolo per palati fini ma è comunque una sfida fra due semifinaliste e per questo è quantomeno gustosa. Se poi a giocarsi la suddetta finalina è la padrona di casa, orgoglio di milioni di tedeschi, e per di più se la gioca nella città del

La finalina per il terzo posto non è forse uno spettacolo per palati fini ma è comunque una sfida fra due semifinaliste e per questo è quantomeno gustosa. Se poi a giocarsi la suddetta finalina è la padrona di casa, orgoglio di milioni di tedeschi, e per di più se la gioca nella città del ct amato Klinsmann, Stoccarda, allora la partita assume connotati estremamente interessanti. A scontrarsi contro la Germania v’è il Portogallo di Scolari, squadra rivelazione che ha fermato la sua corsa contro la Francia in una semifinale decisa solo da un raptus di Carvalho (fallo in area su Henry e rigore vincente di Zidane).

Le squadre scendono in campo senza timori di nessuna sorta, con qualche novità nella formazioni conseguenza ovvia di una partita non proprio importantissima. Così per la Germania c’è Khan in porta, torna Frings e Kehl sostituisce l’infortunato Ballack, mentre per i lusitani ancora fiducia a Pauleta mentre Figo, ultima partita per lui con la maglia della sua nazionale, scalda la panchina a favore di Simao. Il primo tempo è vivace ma nessuna delle due squadre riesce e centrare il bersaglio: ci prova Kehl e poi Podolski da un lato, Deco e Pauleta dall’altro.

Nella ripresa ci si aspetta il botto ed effettivamente le squadre si sciolgono: mattatore indiscusso diventa allora Bastian Schweinsteiger che contro l’Italia non c’era ma che contro il Portogallo ha mostrato una volta di più quanto vale. Il laterale del Bayern Monaco si inventa infatti una tripletta (che per la Fifa è doppietta): al 57′ scaglia un bolide centrale che trova impreparato Ricardo, al 62′ batte una punizione velenosa che trova la deviazione di Petit e al 79′ firma il 3-0 con una bordata quasi nel sette. Il Portogallo è alle corde ma due panchinari rendono meno amara la sconfitta: cross perfetto dalla destra di Figo e incornata di Nuno Gomes.

Finisce 3-1, medaglia di bronzo per la giovane Germania. Onore, comunque, anche al Portogallo.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →