Maradona dopo la qualificazione: "Chi non ci credeva può ciucciarmelo"


Maradona esplosivo al termine della sofferta gara contro l'Uruguay che ha dato la qualificazione in extremis alla sua Argentina per il Mondiale 2010. L'esultanza al gol era già stata di quelle a dir poco liberatoria, ma il vero sfogo doveva ancora arrivare. Apparentemente calmo si è lanciato in una particolarissima dedica per la qualificazione appena conquistata che ha fatto il giro del mondo venendo etichettata un po' ovunque come volgare e fuori luogo.


Sono profondamente onorato di aver condotto la Seleccion alla qualificazione. Oggi il gruppo mi ha consacrato come allenatore. La squadra ha vinto e si è qualificata senza l’aiuto di nessuno. Adesso è il momento di godersi questo momento, ma io non dimentico chi mi ha voluto male, quelli che non ci credevano e, chiedo scusa alle signore, a loro dico che possono continuare a ciucciarmelo.

Boom. Senza mezzi termini, probabilmente l'uscita più volgare da parte di un C.t. di una nazionale da quando la palla iniziò a rotolare. D'altra parte il clima nel clan argentino è a dir poco teso in maniera trasversale, anche il presidente della Federcalcio argentina Grondona ha commentato sulla stessa falsa riga dichiarandosi curioso "di vedere cosa s’inventeranno adesso i giornalisti per destabilizzare la Seleccion".

Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)

Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)
Le foto di Uruguay-Argentina (0-1)

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: