Livorno - Inter 0-2: solita storia, Milito e Maicon per i tre punti


Pugnalata al campionato: dopo appena 11 giornate l'Inter si porta a sette lunghezze di distanza dalle due seconde, Samp e Juve, e ai principi di novembre pare già aver messo un'ipoteca sul quinto titolo consecutivo. Certo, è ancora presto per parlare e azzardare frasi del genere, di fatto lo 0-2 di Livorno di questo pomeriggio dimostra come pare che per i nerazzurri sia sempre tutto facile, mentre le rivali si affannano in ogni partita. Due tiri, due gol, poco possesso e un mucchio di passaggi sbagliati, ma di fatto avversari volenterosi eppure sterili: troppo poco per far paura a Julio Cesar e compagni, alla fine bastano un paio di guizzi nella ripresa per assicurarsi tre pesantissimi punti. A segno Milito e Maicon; quest'ultimo al Picchi aveva già giocato due volte e per due volte era stato espulso. Oggi la rete della sicurezza, per Cosmi primo ko (Le Foto di Livorno - Inter 0-2).

Mourinho rispolvera Mancini accanto a Stankovic come supporto a Milito, esordio dal primo minuto per il giovanissimo Khrin, in difesa c'è Cordoba insieme a Lucio; nel Livorno, Tavano unica punta (squalificato Lucarelli), Pulzetti e Candreva tra le linee, in difesa all'ultimo non ce la fa Rivas, al suo posto Knezevic. Fiducia a Benussi tra i pali nonostante il ritorno di De Lucia. Sin dall'inizio si capisce che non sarà una bella partita: l'Inter è abulica e svogliata, i labronici ci provano ma gira e rigira alla fine non concludono granché. Così i primi 45 minuti scivolano via con poche emozioni, eccetto un paio di conclusioni da fuori dei padroni di casa: Candreva su punizione, Moro da fuori. Ma Julio Cesar è straordinario.

Così si ritorna dagli spogliatoi con la speranza che il match si ravvivi; ma dopo 4 minuti si spegne definitivamente: merito di Milito, il Principe prende palla sulla trequarti, fa un paio di finte ubriacanti e trova il corridoio giusto in diagonale: palla sotto le gambe di Miglionico e poi nell'angolino, niente da fare per Benussi. Il Livorno si sgretola, abbozza una reazione ma non riesce neanche a solleticare l'arcigna retroguardia degli ospiti che rischiano una sola volta con un tiro da fuori di Tavano. E all'80° la ciliegina sulla torta: percussione centrale di Maicon, spazio per il tiro scagliato con precisione, palla alla destra di Benussi che al secondo tiro subito nello specchio subisce, non per sua colpa, il secondo gol. Buonanotte campionato, Inter schiacciasassi. Senza divertire.

Tabellino

LIVORNO-INTER 0-2 (0-0)
MARCATORI: Milito al 4' s.t., Maicon al 36' s.t.

LIVORNO (3-5-2): Benussi; Diniz, Knezevic, Miglionico; Raimondi, Moro, Candreva, Vitale (dall'8' s.t. Danilevicius), Pieri; Pulzetti (Dionisi dal 28' s.t.), Tavano. (De Lucia, Galante, Cellerino, Marchini, Bergvold). All. Cosmi.
INTER (4-3-2-1): Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Lucio, J. Zanetti; Krhin (dal 1' s.t. Eto'o), Vieira, Muntari (dal 29' p.t. Cambiasso); Mancini, Stankovic (dal 23' s.t. Samuel); Milito. (Orlandoni, Materazzi, Quaresma, Arnautovic). All. Mourinho.

ARBITRO: Morganti di Ascoli Piceno.
NOTE: Ammoniti: Raimondi, Lucio, Tavano. Spettatori paganti 8.309, incasso 176.125,00; abbonati 7.427, quota abbonati 86.796,11. Tiri in porta: 3-2. Tiri fuori: 7-2. In fuorigioco 2-3. Angoli 9-4. Recuperi: 3' p.t.; 3' s.t.




Le foto di Livorno - Inter 0-2














  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: