Mourinho: “La nostra Champions parte da qui” – Milito: “Lavoriamo per arrivare il più lontano possibile”

La paura e la tensione provata fino a cinque minuti dal termine, poi la gioia sfociata in una corsa verso Julio Cesar, avvolto in un abbraccio. José Mourinho ha vissuto così il test fondamentale della sua Inter contro la Dinamo Kiev; un match che i nerazzurri, con caparbietà e coraggio, nonostante gli episodi avversi, sono

di antonio


La paura e la tensione provata fino a cinque minuti dal termine, poi la gioia sfociata in una corsa verso Julio Cesar, avvolto in un abbraccio. José Mourinho ha vissuto così il test fondamentale della sua Inter contro la Dinamo Kiev; un match che i nerazzurri, con caparbietà e coraggio, nonostante gli episodi avversi, sono riusciti a vincere ribaltando una situazione complicatissima. E soprattutto sfatando, finalmente, il tabù Champions League. (Cronaca della partitaFotoVideo) Ora l’Inter è prima nel suo equilibratissimo raggruppamento ed è attesa, tra due settimane, dall’infuocato scontro a Barcellona. Per Mourinho questa vittoria potrebbe diventare un buon viatico per il futuro:

“Il messaggio nell’intervallo è arrivato: fin lì non avevamo dato tutto quello che potevamo. Ho detto ai ragazzi che bisogna piangere in campo e non dopo la partita. Non si poteva fallire. I ragazzi mi hanno ascoltato, evidentemente. Con accanto Motta, Stankovic ha migliorato, e anche Sneijder è stato straordinario. Il suo recupero fisico è stato incredibile. Un pareggio o una sconfitta qui sarebbe stato uguale: dovevamo vincere e ci siamo riusciti. La nostra Champions riparte da qui. Ci giochiamo la qualificazione in Spagna. Abbiamo un girone difficilissimo, ma un punto a nostro vantaggio sarà la sfida al Rubin in casa all’ultima giornata”.

Sneijder guarda con tranquillità alla sfida di Barcellona – “Non ero proprio al 100 per cento prima della gara, ma ci è voluto un po’ di coraggio ed è andata bene. La prima metà è stata difficile nel primo tempo, poi nel secondo siamo riusciti a giocare a calcio e abbiamo fatto bene. Adesso possiamo andare a Barcellona senza troppe pressioni, perché siamo primi nel girone, e possiamo giocarcela”, mentre Milito vuole godersi la vittoria:

“È una vittoria fondamentale, è stata una gara durissima, la Dinamo gioca molto bene, ma nel secondo tempo abbiamo fatto una buona partita e abbiamo meritato di vincere. Potevano segnare prima, abbiamo avuto tante occasioni, ma per fortuna abbiamo avuto fortuna nelle ultime due. Stiamo lavorando per arrivare il più lontano possibile, non è facile farlo, lo si è visto anche stasera, le squadre che si affrontano in questa competizione sono fortissime. Dobbiamo far bene contro Barca e Rubin? Sì, saranno gare difficili, ma ora godiamoci questa vittoria”.


Le foto di Dinamo Kiev – Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2

Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2
Le foto di Dinamo Kiev - Inter 1-2

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →