Lazio – Milan 1-2: due reti brasiliane regalano ai rossoneri il successo a Roma

Sotto il diluvio di Roma la Lazio e il Milan si sfidano con l’obiettivo comunque della vittoria, padroni di casa sono in crisi profonda mentre la squadra di Leonardo deve provare a restare in scia di Inter e Juventus. La partita non è vivacissima ma comunque emozionante, i tre punti alla fine li conquistano i


Sotto il diluvio di Roma la Lazio e il Milan si sfidano con l’obiettivo comunque della vittoria, padroni di casa sono in crisi profonda mentre la squadra di Leonardo deve provare a restare in scia di Inter e Juventus. La partita non è vivacissima ma comunque emozionante, i tre punti alla fine li conquistano i rossoneri grazie alle reti brasiliane di Thiago Silva e Pato. Inutile il gol del 2-1 siglato in avvio di ripresa dai biancocelesti grazie ad una deviazione sfortunata dello stesso Thiago Silva su conclusione di Zarate. Per la squadra di Lotito arriva la quinta sconfitta di questa stagione, la seconda in quattro giorni dopo il tonfo di coppa con il Villareal (La Fotogallery di Lazio – Milan 1-2Il Video di Lazio – Milan 1-2).

Ballardini per provare ad allontanare questo periodo di crisi si affida alla coppia d’attacco composta da Rocchi e Zarate, dietro le due punte si piazza invece Matuzalem. Il centrocampo, solido, è composto da Brocchi, Mauri e Baronio, tra i pali c’è Muslera con la solita difesa a quattro a sua protezione. Leonardo risponde con Borriello dal primo minuto che vince il ballottaggio con Inzaghi, al suo fianco Pato, ad ispirare Ronaldinho. A centrocampo troviamo Ambrosini è affiancato da Pirlo e Seedorf, difesa a quattro con Thiago Silva e Nesta centrali, Oddo e Zambrotta coprono le fasce.

Il primo brivido della giornata lo provano i milanisti, dopo due minuti Rocchi si presenta al cospetto di Dida ma la sua conclusione tocca l’esterno della rete. Il Milan tiene in mano il gioco, la Lazio si affida alle ripartenze ma la difesa rossonera concede davvero poco, allora i padroni di casa ci provano dalla distanza, è il caso di Brocchi che tenta da 25 metri, il suo destro va a lato. La squadra di Leonardo dimostra di essere pericolosissima quando parte in avanti, il vantaggio arriva al 21′, Pirlo scodella una palla in area su calcio di punizione, Thiago Silva anticipa tutti di testa e sigla il vantaggio.

La partita a questo punto è in discesa per gli ospiti ma gli uomini di Ballardini provano a reagire, chiedono un rigore per fallo di mano di Zambrotta ma l’arbitro D’Amato lascia proseguire. Lo stesso direttore di gara propizia una punizione dal limite per i laziali, il disimpegno di Nesta è intercettato da lui e Zarate è lesto a riconquistare il pallone e costringe il difensore del Milan a commettere fallo. La punizione calciata dall’argentino è precisa ma poco potente, Dida non ha problemi a deviare alto. Al 35′ il Milan raddoppia, Ronaldinho pennella per la testa di Pato che di testa infila per la seconda volta Muslera. Prima della fine del tempo i rossoneri godono di una discutibile punizione dall’interno dell’area per retropassaggio di Lichtsteiner, il destro potente di Seedorf finisce fuori.

La ripresa comincia con Cruz al posto di Mauri e con la Lazio che prova subito a rimettersi in partita, ci provano prima Rocchi, conclusione intercettata da Nesta, poi Cruz, alta la sua palla da pochi metri. Kolarov cerca la specialità della casa, ma le potenti conclusioni mancano di precisione in un paio di occasioni. Al 19′ i biancocelesti trovano il gol, Zarate tira, male, dal limite ma è fortunato nel trovare la deviazione di Thiago Silva. Il Milan accusa il colpo e subisce la pressione dell’avversario, Zarate fa tutto da solo e scarica il destro dal limite ma Dida è attento. Poco più tardi Lichtsteiner mette in area un rasoterra pericoloso, il portiere brasiliano è attento e anticipa di un soffio Cruz.

Leonardo muove un po’ di pedine, dentro Filippo Inzaghi e Flamini al posto di Borriello e Seedorf. Il centrocampista francese si rende pericoloso con uno splendido destro al volo dalla distanza, prodigioso l’intervento di Muslera che salva il risultato. Negli ultimi minuti la Lazio prova ad acciuffare il pareggio anche se in effetti non riesce a rendersi veramente pericolosa, si assiste ad una punizione di Zarate che si infrange sulla barriera, ad una conclusione di Meghni intercettata da Dida e ad un tiro di Matuzalem che non centra lo specchio. I tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara sono gestiti bene dai rossoneri che per poco non trovano il terzo gol, ma il risultato non si smuove.

Il Milan batte la Lazio per 2-1 all’Olimpico conquistando tre punti importantissimi prima della sosta. La squadra di Ballardini non vede la fine di questa crisi, i biancocelesti non vincono dal 30 agosto quando alla seconda di campionato tornarono con tre punti dalla trasferta di Verona. I rossoneri scavalcano in classifica la Sampdoria e conquistano il terzo posto, i laziali restano nelle parti basse della classifica, la panchina di Ballardini vacilla sempre di più, fra 15 giorni il riscatto passerà per il San Paolo di Napoli.

Il Tabellino

LAZIO-MILAN 1-2 (0-1)

MARCATORI: Thiago Silva (M) al 21′, Pato (M) al 35′ pt ; autorete di Thiago Silva (M) al 19′ s.t.

LAZIO: Muslera; Lichtsteiner, Siviglia (Cribari dal 27′ s.t.), Radu, Kolarov; Brocchi, Baronio (Meghni dal 17′ st , Mauri (Cruz dal 1′ st); Matuzalem; Rocchi, Zarate. All: Ballardini.

MILAN: Dida; Oddo, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Ambrosini, Pirlo, Seedorf (Flamini dal 36′ s.t.); Pato, Borriello (Inzaghi dal 29′ s.t.), Ronaldinho (Abate dal 42′ s.t.). All: Leonardo.

ARBITRO: Damato.

NOTE: Ammoniti: Nesta, Radu e F. Inzaghi per gioco scorretto, Zarate per proteste. Angoli: 11-4 per la Lazio. Recuperi: p.t. 1′, s.t. 3′.



Le Foto più belle di Lazio – Milan 1-2



















I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”