Mondiali di beach soccer a Dubai dal 16 al 22 novembre. L'Italia punta su Maradona junior


Diego Armando Maradona junior è pronto per un'altra avventura con la nazionale di beach soccer, vice campione del mondo (segnò un goal in finale contro il Brasile che poi si laureò campione del mondo). Il destino ha voluto che in occasione degli imminenti mondiali di beach soccer, in programma a Dubai dal 16 al 22 novembre, ci sia proprio l'Argentina sulla strada degli azzurri. (Tabellone gironi - Intervista delle Iene a Maradona junior) I sudamericani sono stati inseriti nello stesso girone dell'Italia insieme a Costarica e Russia. Gli azzurri sono praticamente obbligati alla conquista del primo posto che eviterebbe l'incrocio prematuro con il Brasile campione del mondo."Siamo pronti, siamo preparati alla grande e abbiamo l'esperienza giusta", ha affermato Diego Sinagra, figlio naturale del pibe de oro:

"La sfida contro l'Argentina? Sarà una partita difficile. La nazionale biancoceleste è forte, la conosco bene perché tre giocatori militano nel campionato italiano nel Napoli, come me. Io darò tutto per la mia nazionale, canterò il mio inno ma terrò la mano sul cuore anche durante l'inno argentino per rispetto a loro e alla mia famiglia. Speriamo di conquistare i nove punti necessari per piazzarci primi nel girone, anche se a me il Brasile porta fortuna: l'ultima volta che l'ho affrontato ho fatto gol e per me è stata una doppia soddisfazione. Ciò che conta è che l'Italia che scenderà in campo sia l'Italia vice-campione del mondo, quella che a Marsiglia fu battuta solo dal Brasile e non quella vista al Circo Massimo per l'Eurocup, quando fu solo l'ottava".

Diego junior loda il Maradona tecnico dell'Argentina:

"Nessun tecnico più di Diego può insegnare all'Argentina come si vince un Mondiale e come si indossa la maglia di quella nazionale. Ho sempre tifato per l'Argentina, ancor di più lo farò ai prossimi mondiali con mio padre in panchina. Sono molto felice perché mio padre la meritava così come tutta la nazione: un Mondiale senza Argentina sarebbe stato come il pancarrè senza la Nutella. Certo come gioco la squadra può e deve migliorare, ma i giocatori ci sono e se Messi tornerà quello di prima sono sicuro che mio padre regalerà una grande gioia al popolo argentino. Quello dopo la partita in Uruguay è stato uno sfogo folcloristico, come spesso accade a Diego. Lo capisco perchè era stato duramente attaccato. Questa è una vittoria sua".

https://www.fifa.com/beachsoccerworldcup/standings/index.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Diego_Sinagra

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: