Il nuovo stadio per Genova? La ristrutturazione del Ferraris

Solo la Juventus può dire di esserci quasi, tutte le altre squadre ci stanno provando, ma sono in alto mare. Stiamo parlando della questione stadi italiani, brutti, insicuri, vecchi, da rimettere in ordine. Uno di questi è sicuramente il Luigi Ferraris, impianto bellissimo, tutto dedicato al calcio e per questo “caldissimo”, ma non attrezzato per

di


Solo la Juventus può dire di esserci quasi, tutte le altre squadre ci stanno provando, ma sono in alto mare. Stiamo parlando della questione stadi italiani, brutti, insicuri, vecchi, da rimettere in ordine. Uno di questi è sicuramente il Luigi Ferraris, impianto bellissimo, tutto dedicato al calcio e per questo “caldissimo”, ma non attrezzato per essere candidato a diventare uno stadio utile alla candidatura dell’Italia per le grandi manifestazioni calcistiche, Europei in primis.

Anche lì, fra Genoa e Sampdoria, si è fatto un gran parlare di un nuovo impianto, ma tutto è rimasto fermo. Ora la Fondazione Genoa, che controlla il Genoa, propone un’importante ristrutturazione “funzionale” dell’attuale Luigi Ferraris che porti queste migliorie:

26.000 metri quadrati di spazi esterni con una piastra sopraelevata che garantisce spazi coperti e terrazzamenti a parco al livello superiore; 39.000 metri quadrati di parcheggi complessivi; soluzioni architettoniche «innovative» come due nuove torri e attività commerciali; mantenimento della facciata storica e sua valorizzazione attraverso una struttura di vetro e acciaio; 28 nuovi skybox (salottini con tutti i confort per seguire le partite); conformità alle normative Uefa; adeguamenti per gli Europei 2016; ampliamento e trasferimento della nuova area Stampa a livello della tribuna superiore; ampliamento del terreno di gioco; creazione di un parco urbano di 18.000 metri quadrati; e riqualificazione urbanistica del quartiere di Marassi.

Il sindaco di Genova, Vincenzi, è pronto a prendere in considerazione un progetto, ma vuole vederlo nero su bianco prima di sbilanciarsi:

Le società (ndr Genoa e Sampdoria) mi dicano come intendono gestire lo stadio. Se poi, insieme, mi diranno che quel progetto è qualcosa che vede un’economicità e un interesse, come doveroso l’amministrazione lo esaminerà per dire se rientra nei parametri urbanistici, nella possibilità che tutto ciò che dipende dal Comune possa trovare risposte.

Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris

Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris

Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris

Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris
Le foto del nuovo stadio Luigi Ferraris