La Spagna non è più debole del Brasile, gli spagnoli contestano le affermazioni di Fabio Capello

Dopo la sconfitta rimediata dall’Inghilterra contro il Brasile (Il Video di Inghilterra – Brasile), Fabio Capello ha elogiato le doti dell’avversario sudamericano non esitandolo a definire la squadra più forte al mondo in questo momento, superiore anche ai campioni d’Europa della Spagna. Questa affermazione non è piaciuta agli spagnoli che considerano la loro nazionale la


Dopo la sconfitta rimediata dall’Inghilterra contro il Brasile (Il Video di Inghilterra – Brasile), Fabio Capello ha elogiato le doti dell’avversario sudamericano non esitandolo a definire la squadra più forte al mondo in questo momento, superiore anche ai campioni d’Europa della Spagna. Questa affermazione non è piaciuta agli spagnoli che considerano la loro nazionale la migliore in circolazione in questi ultimi anni, forti del successo continentale ma anche di una serie positiva di risultati impressionante tra cui l’ultimo successo contro l’Argentina (Il Video di Spagna – Argentina), il tutto condito da un gioco a tratti davvero esaltante.

Di certo c’è l’incontestabile soggettività di opinioni del genere, il commissario tecnico di Pieris conosce bene il calcio spagnolo, i suoi pregi e i suoi difetti, il suo giudizio avrà quindi delle valide motivazioni alla base. Per provare a fargli cambiare idea però gli spagnoli hanno abbandonato il piano della soggettività per approdare a quello più freddo dell’oggettività e cosa c’è di più freddo ma incontestabile dei numeri? Dati alla mano quindi hanno provato a confutare il pensiero dell’italiano che aveva appunto sentenziato: “La Spagna è molto forte tecnicamente, ma i suoi giocatori non sono così bravi né difendono così bene come i brasiliani”.

Mettendo a confronto gli ultimi 43 incontri disputati dalle due nazionali, prendendo come punto di partenza proprio la vittoria delle Furie Rosse all’Old Trafford contro l’Inghilterra, si scopre che la Spagna batte il Brasile in ogni ambito. Gli iberici hanno incontrato cinque squadre nella Top Ten della Fifa mentre il Brasile solo tre. In tutto questo tempo gli europei hanno perso una sola volta, in Confederations Cup contro gli Stati Uniti per 2-0, e hanno pareggiato tre volte, ciò significa bottino pieno nei restanti 39 incontri. Meno bene i verdeoro che hanno rimediato cinque sconfitte e nove pareggi, le vittorie sono dunque soltanto 29. Nonostante ciò hanno sollevato al cielo un Coppa America e la Confederations Cup, la Spagna invece può vantare “soltanto” la vittoria degli Europei.

La squadra di Dunga difende meglio? Niente affatto, in questi 43 incontri hanno subito 31 gol con una media di 0,72 reti incassate a partita. Decisamente meglio l’undici di Aragones prima e Del Bosque poi, soltanto 21 gol contro per una media di 0,48 a partita. Una squadra che subisce pochi gol forse deve rinunciare a qualcosa in avanti. Falso anche questo, a smentire l’ultima sensazione di Capello e cioè che i brasiliani siano tecnicamente superiori. La Spagna ha realizzato la bellezza di 96 reti, 2,22 a partita, contro le 90 del Brasile per una media di 2,09 a incontro.

Ognuno può preferire l’una o l’altra formazione, indubbiamente di tratta di due gruppi fortissimi che con buona probabilità si contenderanno il mondiale, ma è indubbio che numeri alla mano gli spagnoli stracciano i brasiliani in ogni ambito con buona pace di Mister Fabio Capello, nonostante i sudamericani siano in vantaggio di due trofei a uno. Per la cronaca i brasiliani sono in testa nel ranking Fifa in questo momento, ma quando la classifica sarà stilata la prossima volta torneranno davanti gli spagnoli. E secondo voi chi tra le due è favorita alla vittoria del mondiale? La Spagna, il Brasile o ci sarà un ousider? Votate nel nostro sondaggio.

via | as.com