Il Rubin Kazan è campione di Russia per la seconda volta consecutiva

rubin kazan, campione di russia

Con un turno d'anticipo e per la seconda volta consecutiva il Rubin Kazan si laurea campione di Russia. Ai campioni in carica è bastato un pareggio a reti nulle contro lo Zenit San Pietroburgo per aggiudicarsi il loro secondo titolo complice anche la contemporanea sconfitta dello Spartak per 3-2 nel derby di Mosca contro il Cska. La classifica, quando manca una sola partita da giocare, vede il Rubin a quota 60 punti, lo Spartak fermo a 55, mentre appaiate al terzo posto con 51 punti troviamo lo Zenit e la Lokomotiv.

Giornata da ricordare per il capitano, il russo Sergei Semak, sceso in campo al fianco dei suoi compagni nonostante fosse stato colpito da un malore durante il volo che riportava la nazionale di Hiddink in patria dopo la fallimentare trasferta in Slovenia. Il giocatore ha potuto così dimenticare subito la delusione dei giorni scorsi, ai microfoni dei giornalisti ha parlato di grande soddisfazione per il campionato appena conquistato: "Questo titolo è molto più importante del primo. E' stato tre volte più difficile, abbiamo dovuto lottare fino alla fine. E abbiamo dimostrato che la vittoria dello scorso anno non era stato un colpo di fortuna".

Grande protagonista di questa stagione è stato anche l'attaccante argentino Alejandro Dominguez, il giocatore, classe 1981, è stato un vero e proprio trascinatore con i suoi 16 gol, di cui la metà dagli undici metri. Le sue giocate hanno attirato l'attenzione dei club europei e già a gennaio probabilmente lascerà il Tatarstan per misurarsi con un campionato più competitivo. Intanto il Rubin non perde d'occhio la Champions League, dopo aver conquistato 4 punti su 6 contro il Barcellona, la squadra allenata da Gurban Berdiýew si trova al secondo posto nel Gruppo F e farà di tutto per conquistare uno storico accesso agli ottavi di finale.

  • shares
  • Mail