Berlusconi: “Questo processo danneggia i veri tifosi”

L’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi non ci sta. Attorno al processo noto come calciopoli sembra essersi creata un’atmosfera cupa, volta a punire chiunque sia minimamente sospettato. Una caccia alle streghe che al presidente del Milan non piace affatto, ci rimettono i tifosi e tutti quei lavoratori totalmente estranei ai fatti che con il calcio



L’ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi non ci sta. Attorno al processo noto come calciopoli sembra essersi creata un’atmosfera cupa, volta a punire chiunque sia minimamente sospettato. Una caccia alle streghe che al presidente del Milan non piace affatto, ci rimettono i tifosi e tutti quei lavoratori totalmente estranei ai fatti che con il calcio ci vivono:

“Non parlo solo del Milan, che in piu’ e’ stato vittima del sistema, ma di tutti i tifosi della Juventus, della Fiorentina e della Lazio che mi scrivono. Noi tutti non accetteremo sanzioni ai tifosi, alle squadre, quando da punire sono i singoli che hanno sbagliato. Non si possono comminare sanzioni sulla base del principio della responsabilita’ oggettiva. Bisogna risentire tutte le telefonate, rivedere i testi, le accuse e le difese.

Non si possono fare sentenze veloci e sommarie. Danneggerebbero tutti: tifosi e chi lavora nelle tv. Facciamo partire il campionato cosi’ com’e’ e poi vediamo come finirà il processo. I giudici non possono garantire in breve tempo sentenze giuste ed eque per gli imputati. Così non va.”

Lapidario Francesco Saverio Borrelli sulle dichiarazioni rilasciate dall’ex premier:
“Qualsiasi cosa io possa fare, non mi aspetto certo che Berlusconi mi applauda. Anche se avessi acceso una sigaretta lui avrebbe detto che e’ una sigaretta contro Forza Italia.”

via | rai.it
via | corriere.it

I Video di Calcioblog