Santon alla Gazzetta: “Io rossonero come Balotelli”

Operatosi al menisco da poco, l’enfant prodige Davide Santon deve rimanere ai box almeno fino alla fine dell’anno; l’Inter potrà avvalersi delle sue prestazioni col nuovo anno, anche se la primissima parte della stagione in corso non l’ha visto assoluto protagonista. Le (poche) partite disputate quest’anno hanno tradito la sua età, a differenza di quanto


Operatosi al menisco da poco, l’enfant prodige Davide Santon deve rimanere ai box almeno fino alla fine dell’anno; l’Inter potrà avvalersi delle sue prestazioni col nuovo anno, anche se la primissima parte della stagione in corso non l’ha visto assoluto protagonista. Le (poche) partite disputate quest’anno hanno tradito la sua età, a differenza di quanto fatto vedere nella passata stagione quando si rese protagonista di prestazioni sopra le righe, tanto da fermare Cristiano Ronaldo in Champions League nella partita di andata contro il Manchester United a San Siro oltre che guadagnare un posto nei 23 che a giugno partirono per giocarsi la Confederations Cup in Sudafrica. Oggi è stato ospite in Gazzetta, dove il giovane terzino si è raccontato facendo un punto della situazione, sua e dell’Inter.

Sulla batosta nerazzurra di ieri Camp Nou: “Credo che sia soprattutto una questione di mentalità, la squadra c’è ed è fortissima. Penso che l’Inter sia una grande squadra, ma è stata una partita negativa. È stata una brutta botta, ma bisogna rialzarsi subito altrimenti diventa dura. Si deve ripartire: abbiamo due sfide importanti in campionato e poi quella contro il Rubin Kazan” ha detto Santon che da pochissimi giorni riesce a camminare senza stampelle. Lui e Balotelli sono le primizie, ormai svelate da tempo, del club di via Durini: sono amici, si stimano, compagni di stanza in ritiro e condividono anche la stessa “infatuazione” della tenera età. Come il compagno centravanti, Santon tifa Milan.

Da piccolino simpatizzavo per il Milan, ma semplicemente perché sono nato nel periodo di Van Basten. Penso che un calciatore possa tifare per qualsiasi squadra, poi però difende la maglia con cui gioca. Chissà quanti giocatori dell’Inter tifano Milan e viceversa… Facendo i professionisti non si può tifare, ma la simpatia per la squadra resta sempre” ha dichiarato in modo abbastanza condivisibile, mentre sui cori offensivi rivolti all’amico “non dovrebbero nemmeno esistere e sono dovuti più al razzismo che alla presunta antipatia di Mario“. Sarà. Comunque sia Santon non ha troppi peli sulla lingua, è spavaldo e sa parlare. Ecco analizzato il suo momento no: “Il calo è iniziato a Palermo, una delle mie peggiori partite a livello di mentalità e voglia. Sono entrato in campo sentendo molta pressione addosso poi, dopo il secondo gol anche alcuni compagni se la sono presa con me e non ho capito più nulla“.


Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon

Più che Mourinho, è il gruppo talvolta ad appiccicargli addosso un po’ troppa pressione; ma Davide non si abbatte e spera di tornare in grande per far parte della spedizione sudafricana dell’Italia di Lippi, quest’estate: “Devo superare al più presto il momento difficile, e voglio riuscire a entrare nella lista per il Mondiale in Sud Africa. Mourinho? Le sue osservazioni sono solo per il mio bene, per farmi arrivare ad alti livelli e quando tornerò voglio impegnarmi ancora di più. Se mi impegnerò e giocherò di nuovo come l’anno scorso, allora il mio posto lo troverò sicuramente, senza aspettare che gli altri siano squalificati o infortunati“. Idee chiare e ambiziose, la via è il lavoro, il talento c’è. Vai Davide.


Le migliori foto di Davide Santon

Le migliori foto di Davide Santon


Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon
Le migliori foto di Davide Santon