Zanetti su Juve – Inter: “Se sento cori razzisti chiedo lo stop”

Javier Zanetti sarà impegnato, con la sua Inter, per una partita complicata contro la Fiorentina fra le mura amiche di San Siro fra poche ore, ma il pensiero è già proiettato alla sfida del 5 dicembre contro la Juventus. L’argentino, dopo aver mediato fra le posizioni del suo presidente e del suo allenatore rispetto alla

di


Javier Zanetti sarà impegnato, con la sua Inter, per una partita complicata contro la Fiorentina fra le mura amiche di San Siro fra poche ore, ma il pensiero è già proiettato alla sfida del 5 dicembre contro la Juventus. L’argentino, dopo aver mediato fra le posizioni del suo presidente e del suo allenatore rispetto alla diatriba sul valore dei nerazzurri nel confronto con il Barcellona (“Mourinho si riferiva alla specifica partita di martedì, non credo fosse un giudizio assoluto“), comunica le sue intenzioni nel caso dovesse sentire cori razzisti contro Balotelli a Torino.

Già, perché la partita non si giocherà solo in campo, mentre gli occhi del mondo saranno puntati sul rettangolo verde le orecchie saranno tese ad ascoltare che cori lancerà la curva dei tifosi bianconeri. Zanetti comunque ha le idee chiare su cosa fare dovesse percepire insulti razzisti nei confronti di Mario Balotelli:

Se la cosa dovesse ripetersi nella sfida contro di noi, non esiterò a rivolgermi all’arbitro per chiedere lo stop al match. Comunque Mario è tranquillo, sa che contro la stupidità non c’è difesa, lui non può farci nulla. E tutta questa situazione è frutto della stupidità di poche persone che hanno rovinato l’immagine del nostro compagno.

Ha ragione?


La fotogallery del capitano dell’Inter e della nazionale argentina