Galliani: "Se battiamo la Sampdoria tifo Juve. Era la mia squadra del cuore..."


In un periodo di confessioni scomode in cui, prima Balotelli e poi Santon, hanno ammesso la propria simpatia per i colori rossoneri, ovviamente scemata del tutto quando ci ha pensato l'Inter ad aprire le porte radiose del loro futuro calcistico, arriva un'altra ammissione, stavolta dalla metà rossonera di Milano. In realtà non si tratta propriamente di uno scoop in quanto su Adriano Galliani circola già da parecchi anni la "voce" che accosta la sua fede di tifoso ai colori della Juventus, in tempi di infanzia e di adolescenza. Ma il momento giusto per ritirare fuori questa vecchia storia sembra arrivato. Il Milan è in ripresa, non una rinascita che fa gridare al miracolo, ma è comunque in ascesa rispetto al confusionario momento di inizio stagione.

Il sorpasso ai danni della Juve, figlio dell'exploit di Huntelaar a Cagliari, comincia a far ingolosire il popolo rossonero. L'Inter è ancora lontana, ma il prossimo turno di campionato riserverà ai nerazzurri la trasferta di Torino. E Galliani, dai microfoni di Gr Parlamento, molto sinceramente, spera in un passo falso dei cugini: "Il Milan ha un buon rendimento, ma davanti c'è un'Inter straordinaria. Abbiamo sogni, come tutti, ma non siamo l'anti-Inter. Nelle ultime sette gare abbiamo vinto sei partite e ne abbiamo pareggiata una senza recuperare punti. Non abbiamo tormenti, pensiamo solo alla nostra squadra. I nostri 28 punti, come i 27 della Juve, sembrano pochi perchè davanti c'è un'Inter straordinaria".

Le foto di Cagliari-Milan 0-2

Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2

"Se battiamo la Sampdoria, cosa comunque difficile, tiferò sicuramente per la Juventus. Come tutti i monzesi che non si sentono milanesi da ragazzo simpatizzavo per la Juve, in Brianza è così. Ma l'altra squadra che seguivo era il Milan. Mai l'Inter. Una finale con il Chelsea di Ancelotti? Pensiamo prima a qualificarci bene per gli ottavi di finale. Se arriviamo secondi nel nostro girone, c'è il rischio concreto di trovare subito il Chelsea che sta facendo benissimo. Sono molto contento per Carlo".

Gli elogi a Leonardo e una battuta su Huntelaar:

"Ha cambiato completamente la pelle di questo Milan. Credo che quest'estate abbiamo avuto coraggio. E' la prima volta che una big del calcio europeo sceglie come allenatore una persona che non era mai stata in panchina nemmeno nel settore giovanile. E' riuscito anche a rilanciare Ronaldinho che sta giocando con continuità e sta dando un buon contributo. Non è ancora al massimo ma è un buon Ronaldinho. Ieri quando è entrato Huntelaar abbiamo cominciato a giocare con un 4-1-1-4. In settimana Leonardo mi ha detto che aveva visto molto bene questo ragazzo, mi fa molto piacere. Il secondo gol è stato bellissimo, un colpo che riusciva a van Basten. Ma non ho detto che Huntelaar è van Basten".


Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2

Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
Le Foto di Catania - Milan 0-2
  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: