Il Barça e l’Unicef

Il club catalano laureatosi a Maggio campione d’Europa ha siglato un accordo di collaborazione con l’Unicef. Questa notizia, abbastanza bizzarra e insolita, ècomunque molto positiva in un mondo del calcio dove il profitto di solito viene prima di tutto. Sappiamo tutti che il Barcelona non ha mai avuto uno sponsor sulla sua “camiseta” per tradizione,

Il club catalano laureatosi a Maggio campione d’Europa ha siglato un accordo di collaborazione con l’Unicef.
Questa notizia, abbastanza bizzarra e insolita, ècomunque molto positiva in un mondo del calcio dove il profitto di solito viene prima di tutto. Sappiamo tutti che il Barcelona non ha mai avuto uno sponsor sulla sua “camiseta” per tradizione, non hanno mai voluto vendere i loro colori a nessuno. Questo, a occhio e croce, significa qualcosa come venti milioni di euro all’anno in meno, se pensiamo alle ricche partnership tra i più blasonati club europei e le aziende che decidono di investire su di loro.

Ma in questi giorni i catalani si sono spinti ancora più avanti, si perchè hanno deciso che da settembre e per cinque anni sul blaugrana spiccherà il logo bianco dell’Unicef. L’iniziativa si propone di dare un serio aiuto a questa organizzazione che come sappiamo di occupa dell’infanzia, in particolare si cercherà di intervenire sui bambini malati di aids, che sono tantissimi soprattutto in Africa. “Més que un club”, il loro motto, che sarà ricamato sul colletto delle nuove maglie, sarà più che un semplice slogan: il Barcellona si impegna infatti a devolvere lo 0,7% dei suoi ricavi annuali, qualcosa come uno o due milioni di euro.

Certo dietro tutto questo ci sarà anche un sottile ragionamento economico, l’immagine della società acquisirà ancora più valore attirando le simpatie di nuovi tifosi soprattutto tra i più giovani che già amano alla follia Ronaldinho, ma in questi tempi in cui i diritti tv e i soldi sembrano farla da padrone nel calcio di tutto il globo è bello vedere come invece per alcuni ci siano ancora valori importanti in cui credere e investire.

I Video di Calcioblog

Ibrahimovic, spot per la Regione Lombardia: “Non sfidate il virus, usate la mascherina”