La Uefa approva il progetto per il nuovo stadio di Cagliari, la Karalis Arena sarà pronta in 10 mesi

karalis arena, cagliari

Il sogno di Massimo Cellino e di tutti i tifosi del Cagliari è ad un passo dal diventare realtà: il nuovo stadio nella città sarda si farà, se tutto andrà per il verso giusto sarà pronto in meno di un anno. Il progetto ha avuto l'ok dell'inviato Uefa Bill Mannarelli, incaricato di verificare se le caratteristiche del nuovo impianto fossero in linea con le direttive dell'organismo continentale. La Karalis Arena, questo sarà il suo nome, è stata progettata da un team a cui fa capo l'architetto di origini cagliaritane Jaime Manca di Villahermosa il quale già l'anno scorso aveva concesso a calcioblog.it l'esclusiva delle prime immagini dell'impianto.

All'inizio si era parlato di una capienza pari a 25.000 spettatori, le norme Uefa hanno però imposto una rivisitazione del progetto al fine di innalzare la capacità dell'impianto fino a 33.000 persone, questo renderà lo stadio di Cagliari perfetto per ospitare gli europei di calcio del 2016, per i quali l'Italia è in corsa per l'organizzazione. Lo stadio sarà realizzato in pochissimo tempo, si parla di undici mesi, grazie all'utilizzo di strutture in acciaio e cemento armato precompresso già prefabbricate, la copertura sarà in teflon trasparente, saranno inoltre disponibili i famosi sky box, cabine extra lusso per le quali sarà possibile sottoscrivere un abbonamento mensile.


Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari


Il costo dell'impianto si aggirerà intorno ai 30 milioni di euro, saranno tutte a carico della società di Cellino che si dovrà occupare anche della demolizione del vecchio Sant'Elia e del suo smaltimento. Il presidente sardo verserà un terzo della somma subito, mentre coprirà la cifra mancante attraverso un credito sportivo a tasso zero. Il Comune di Cagliari dovrebbe concedere lo sfruttamento del suolo per almeno 25 anni affinché possa essere recuperato l'investimento. Su questo aspetto comunque non ci sono ancora notizie certe visto che è in fase di studio in parlamento la normativa per l'affidamento degli impianti cittadini alle società di calcio.

Come tutti i progetti più moderni la Karalis Arena si avvarrà anche di una vasta area servizi in cui saranno presenti negozi, cinema e quant'altro, per permette ai tifosi di vivere la propria squadra durante tutto l'arco della settimana. Dei 12 ettari di superficie disponibile, 7,5 saranno gestiti direttamente dal Cagliari mentre i restanti 4,5 sarebbero affidati al Comune. Dopo la Juventus anche i rossoblu quindi si avviano verso la costruzione di un impianto di proprietà, che questi primi due casi possano essere d'esempio per l'Italia del Calcio, ancora troppo indietro rispetto al resto d'Europa.

Le foto del nuovo stadio del Cagliari

Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari
Le foto del nuovo stadio del Cagliari

via | L'Unione Sarda

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: