Parma a Vigo pensando alla Coppa Uefa

Con la speranza dell’ennesima partecipazione a una competizione europea (sarebbe la quindicesima…), grazie alle sentenze della CAF, il Parma ha iniziato la prima fase di lavoro nel ritiro di Vigo di Fassa dove il pullman con i primi ventisei giocatori è giunto nel primo pomeriggio di ieri. A questo primo gruppo si aggregherà in giornata

di mattia


Con la speranza dell’ennesima partecipazione a una competizione europea (sarebbe la quindicesima…), grazie alle sentenze della CAF, il Parma ha iniziato la prima fase di lavoro nel ritiro di Vigo di Fassa dove il pullman con i primi ventisei giocatori è giunto nel primo pomeriggio di ieri. A questo primo gruppo si aggregherà in giornata anche Fernando Couto, giunto solo ieri a Parma per le visite mediche, non prima di aver chiarito con il direttore sportivo Zamagna i motivi del ritardo (si parla di una banale equivoco tra data del raduno e partenza per il ritiro).

Per l’allenatore Pioli e il presidente Angiolini, tuttavia, l’eventuale ingresso in Coppa Uefa non comporterà grandi variazioni nella rosa o ulteriori operazioni di mercato: al di là dei movimenti già previsti in entrata (Biava e Ciaramitaro) e in uscita (Bresciano e, forse, Contini e Bonera) l’unico tassello mancante alla squadra di Pioli è una prima punta che possa sostituire Corradi, ormai perduto. Tuttavia tecnico e società non hanno alcuna fretta, consapevoli che c’è tempo fino al 31 agosto per completare la rosa e che comunque il Parma ha già le spalle coperte grazie agli arrivi di Zlatan Muslimović (prima punta di ruolo) e Vitalij Kutuzov (adattabile), senza trascurare i giovani Paponi e Lorenzini.

Una cautela dovuta anche all’attenzione posta all’evoluzione della vicenda giudiziaria che vede coinvolte Juventus, Lazio, Fiorentina e Milan: una conferma delle pene (o una riduzione minima) da parte della Corte Federale, oltre ad aprire ai gialloblù le porte del palcoscenico europeo, potrebbe liberare alcuni giocatori disponibile ad accasarsi, in prestito o in comproprietà, in gialloblù. Non certo Ibrahimović o Toni, ma altri ragazzi interessanti come Rocchi (Lazio), già vanamente inseguito l’anno scorso, o Fantini (Fiorentina) e Borriello (Milan). In società nessuno si nasconde che il sogno sarebbe Giampaolo Pazzini, ma ci sono due ostacoli difficili da superare: l’ingaggio del calciatore e la volontà della Fiorentina di puntare su di lui in caso della probabile partenza di Toni.

Intanto è stato definito il calendario delle amichevoli precampionato in Val di Fassa:

mercoledì19 luglio, ore 17 a Vigo di Fassa: Parma – Rappresentativa locale

domenica 23 luglio, ore 17 a Vigo di Fassa: Parma – Bolzano (Serie D)

mercoledì 26 luglio, ore 17 a Vigo di Fassa: Parma – Mezzocorona (Serie D)

sabato 29 luglio, ore 17 a Moena: Parma – Sampdoria

I Video di Calcioblog