Fair play durante Marsiglia – Auxerre, l’arbitro non espelle un giocatore su suggerimento di un avversario

Sarà merito del Natale che ci spinge ad essere più buoni, però il gesto di fair play di cui si è reso protagonista l’attaccante sloveno dell’Auxerre Valter Birsa non è affatto comune. Correva il minuto 34 della prima frazione di gioco quando l’arbitro Philippe Malige ha interrotto il gioco avendo ravvisato una scorrettezza del difensore


Sarà merito del Natale che ci spinge ad essere più buoni, però il gesto di fair play di cui si è reso protagonista l’attaccante sloveno dell’Auxerre Valter Birsa non è affatto comune. Correva il minuto 34 della prima frazione di gioco quando l’arbitro Philippe Malige ha interrotto il gioco avendo ravvisato una scorrettezza del difensore ivoriano Bakari Kone, una gomitata che veniva punita con il rosso diretto. I compagni del Marsiglia hanno subito circondato il direttore di gara per protestare contro la sua decisione, le discussioni sono andate avanti per qualche minuto.

A sbrogliare la matassa ci ha pensato allora la vittima del fallo, Birsa interpellato dell’arbitro ha confermato l’impressione degli avversari e cioè che il contatto con Kone fosse stato di poco conto e non certo meritorio della massima sanzione. A questo punto il direttore di gara non ha potuto far altro che ritornare sui suoi passi facendo rimanere in campo il difensore marsigliese. E sono belle anche le dichiarazioni rilasciate a fine partita dal signore Malige:

“In un primo momento ho pensato che Kone, piuttosto nervoso, avesse cercato di farsi giustizia da solo. Viste le prime reazioni dei giocatori del Marsiglia, ho capito che potevo aver sbagliato. Così ho chiesto a Birsa quello che era successo. E lui mi ha detto che non era stato intenzionale il gesto di Kone, che invece era caduto su di lui. Ho sbagliato, dunque dico grazie dieci volte e non una sola a Birsa. Il suo comportamento merita di essere segnalato, mi auguro che venga ripetuto anche in altri casi”.


La versione dei fatti è stata confermata anche dall’attaccante dell’Auxerre che comunque non ha voluto celebrare più di tanto il suo gesto etichettandolo come una cosa normale. Normale o meno è stato comunque molto apprezzato, il suo allenatore, Jean Fernandez, gli ha fatto i complimenti a fine gara e anche Didier Deschamps, con un po’ di ironia, ha apprezzato: “Tutto ciò che ho visto stasera, è difficile da credere”, riferendosi al gesto sportivo di Birsa, ma anche, e forse soprattutto, alla sconfitta per 2-0 rimediata in casa dai suoi ragazzi.