Roberto Mancini parte con il piede giusto, adesso lo jesino sogna in grande

roberto mancini

Ci ha messo pochissimo Roberto Mancini a conquistare i suoi nuovi tifosi inglesi. In dieci giorni il Manchester City sembra una squadra totalmente rinnovata: cinque i gol segnati in due partite, nessuno incassato, sei sono i punti conquistati contro Stoke City e Wolverhampton. Questi risultati spingono a sognare, tanto che lo stesso Mancini non esita a definire possibili tutti i traguardi, compreso quella della vittoria della Premier League, nonostante la distanza notevole dal Chelsea capolista.

"Ci sono ancora 18 partite da giocare, tutto è ancora possibile perché la squadra è forte. La qualità non ci manca e se restiamo concentrati vincere la premier è ancora possibile. Se continuiamo così di sicuro arriveremo tra le prime quattro", crederci non costa niente, d'altra parte il marchigiano non sbaglia quando dice che la qualità non manca. Il City dista 10 punti dalla vetta, sicuramente non pochi, ma i Citizens hanno anche una partita da recuperare che, in caso di vittoria, gli consentirebbe di ridurre il gap.

Per ottenere buoni risultati però bisogna mantenere alta la concentrazione: "Un primo bilancio lo potremo fare tra due mesi. In questo momento non dobbiamo guardare la nostra posizione. Bisogna pensare ad una gara alla volta, poi tireremo le somme". Le due vittorie della gestione Mancini hanno portato la squadra al quinto posto in classifica, a due lunghezze di distanza dal quarto posto occupato dal Tottenham, l'ultimo valido per un posto in Champions League. Sabato prossimo Mancini farà anche il suo esordio nella mitica FA Cup, il Manchester City affronterà il Middlesbrough nei trentaduesimi di finale. Il prossimo impegno in casa sarà invece la partita casalinga contro il Blackburn.

  • shares
  • Mail