Operai della Pansac a Lori, presidente del Mantova: “Dopo gli arretrati ai calciatori paga anche noi”

La crisi che investe molti settori dell’economia non sta risparmiando né il Mantova, né la Nuova Pansac, industria specializzata nella produzione di pellicole plastiche con circa 950 dipendenti (di cui 115 in cassa integrazione) che opera tra Venezia e Mantova. Due “aziende” di un unico imprenditore, quel Fabrizio Lori dall’aspetto e dai modi sui generis

di antonio


La crisi che investe molti settori dell’economia non sta risparmiando né il Mantova, né la Nuova Pansac, industria specializzata nella produzione di pellicole plastiche con circa 950 dipendenti (di cui 115 in cassa integrazione) che opera tra Venezia e Mantova. Due “aziende” di un unico imprenditore, quel Fabrizio Lori dall’aspetto e dai modi sui generis che conquistò i tifosi mantovani. Ma i tempi cambiano in fretta e la formazione biancorossa, dopo aver sfiorato la serie A qualche anno fa, non attraversa un buon momento, tra risultati deludenti e stipendi ai calciatori pagati in ritardo.

I giocatori del Mantova, il 30 dicembre scorso, hanno ricevuto tre mesi di stipendi arretrati: luglio, agosto e settembre. Pagando i debiti ai giocatori, Lori ha sventato il pericolo che alla società venisse inflitta una penalizzazione in classifica, ma ad affondare potrebbe essere la Nuova Pansac. Perché gli operai aspettano ancora il pagamento delle tredicesime. “Una finanziaria inglese avrebbe garantito fiducia e nuove risorse al gruppo, ma se il primo fornitore che viene saldato è la squadra di calcio, significa che vi è uno scarso interesse per il rilancio dell’azienda“, denuncia il segretario della Filctem-Cgil di Venezia, Riccardo Coletti.

Le materie prime nei magazzini – insiste Coletti – garantiscono solo due giorni di autonomia agli stabilimenti, a fronte di un nutrito pacchetto di ordini. Ma senza liquidità diventa impossibile acquistare materie prime”. In una lettera aperta a Fabrizio Lori gli operai gli rivolgono un appello pressante:

“Ritorna in azienda. Diversi colleghi che sono andati in pensione hanno avuto la fortuna di conoscere la grande persona che è stato il presidente Dario Lori. Tu invece dove ci stai portando? Non pagandoci e non pensando più al futuro di questa azienda, ci fai capire che non pensi più alle famiglie di tutti noi lavoratori. Una cosa ti chiediamo, ritorna a fare l’imprenditore nei tuoi stabilimenti, e sistema le cose con l’impegno a cui ci avevi abituato”.

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]