Donadoni si presenta: “Non escludo i giocatori di B”

E’ il giorno della presentazione ufficiale di Roberto Donadoni nuovo commissario tecnico della nazionale. Dall’Hotel Parco Dei Principi di Roma, l’ex calciatore rossonero si dimostra contentissimo dell’opportunità che gli si è presentata in maniera quasi inaspettata. Nessuna rivoluzione, si continua sulla stessa strada percorsa dal mister di Viareggio, d’altronde si riparte da una coppa del



E’ il giorno della presentazione ufficiale di Roberto Donadoni nuovo commissario tecnico della nazionale. Dall’Hotel Parco Dei Principi di Roma, l’ex calciatore rossonero si dimostra contentissimo dell’opportunità che gli si è presentata in maniera quasi inaspettata. Nessuna rivoluzione, si continua sulla stessa strada percorsa dal mister di Viareggio, d’altronde si riparte da una coppa del mondo vinta, mica bazzecole:
“Un’idea di come fare giocare l’Italia già ce l’ho. Di sicuro voglio dare continuità al lavoro di Lippi, ma ci metterò anche del mio. L’Italia è fucina di talenti e posso scegliere tra tanti protagonisti. Bisognerà ora parlare con i giocatori e con i tecnici delle altre squadre. Stileremo un programma per andare nei ritiri delle varie squadre. Tutti devono essere convinti di poter indossare la maglia azzurra. Non chiudo le porte a chi gioca all’estero e neanche a chi milita in serie B (Del Piero?).”

Il parere del mister su Francesco Totti sul suo ruolo nella nazionale di domani:

“E’ un giocatore indispensabile per tutti. Ho sentito e letto che lui vuole lasciare la nazionale ma non ci ho ancora parlato. Quando lo farò cercherò di capire quali sono le sue intenzioni e mi comporterò di conseguenza. Dubito che la sua decisione sia inderogabile. Totti è ancora giovane e ha un potenziale enorme. Giocatori come lui in nazionale ci vogliono e spero decida di rimanere”.

I Video di Calcioblog